mercoledì 15 maggio 2019
Il Consiglio militare al potere e rappresentanti dei dimostranti hanno annunciato un accordo su un periodo di transizione politica di tre anni. Due terzi del governo sarà di civili
le proteste alla periferia della capitale Khartum (Ansa)

le proteste alla periferia della capitale Khartum (Ansa)

COMMENTA E CONDIVIDI

Il Consiglio militare al potere in Sudan e rappresentanti dei dimostranti hanno annunciato un accordo su un periodo di transizione politica di tre anni, per preparare il passaggio del potere ai civili. Lo ha dichiarato il generale Yasser Atta, membro del Consiglio militare che ha preso il potere dopo la caduta l'11 aprile del presidente Omar el-Bashir, a seguito di un'ondata di proteste a dicembre innescato dall'aumento del osto del pane. Madani Abbas Madani, rappresentante dell'Alleanza per la libertà e il cambiamento, organizzazione di punta delle proteste, ha confermato. verosimilmente, a questo punto, vi sarà anche lo stop alle proteste.

Khalid Omar Yussef, uno dei leader dell'opposizione (Ansa)

Khalid Omar Yussef, uno dei leader dell'opposizione (Ansa)

La futura Assemblea legislativa comprenderà 300 membri e sarà costituita al 67% da rappresentanti dei dimostranti, il resto da forze politiche non affiliate al gruppo. Non è invece stata specificata la composizione del Consiglio sovrano, che sarà l'autorità nel periodo di transizione: l'esercito vuole avervi la maggioranza, mentre l'Alleanza per la libertà e il cambiamento si oppone. Il generale ha tuttavia promesso un "accordo totale entro meno di 24 ore".


© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: