giovedì 31 ottobre 2019
Le morti sono state provocate dall'esplosione di una bombola a gas portata illegalmente sul treno per scaldare del cibo. Un disastro che avrebbe potuto essere evitato secondo le autorità
Ansa

Ansa

COMMENTA E CONDIVIDI

È tragico il bilancio dell'incendio scoppiato a bordo di un treno passeggeri in Pakistan. I morti accertati sono almeno 73 e altre 42 persone risultano ferite. I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Liaqatpur e Bahawalpur City. L’incendio ha distrutto completamente due vagoni di un treno, un Tezgam Express, in viaggio da Karachi a Rawalpindi, nella provincia del Punjab, nel Pakistan nordorientale.

A provocarlo è stata l'esplosione di una bombola a gas su un vagone. Secondo i media locali alcuni passeggeri stavano cucinando la colazione quando è esplosa. Molti passeggeri sono morti buttandosi dal treno in fiamme per cercare di sfuggire all’incendio. “È stata la presenza del kerosene a far diffondere l’incendio”, ha detto all’emittente “Geo” il ministro per le ferrovie Sheikh Rashid Ahmed, spiegando che i passeggeri portano fornellini di nascosto sui treni per cucinare qualcosa di caldo durante lunghi viaggi. Il disastro "avrebbe potuto essere evitato", ha affermato su Twitter Shireen Mazari, ministro pakistano per i diritti umani, aggiungendo di "rammaricarsi" che i bagagli vengano raramente controllati a bordo dei treni.

Ansa

Ansa

Tre gli ospedali di Rahim Yar Khan e di Bahawalpur che sono stati messi in stato di emergenza e che stanno ricevendo i feriti. Ai soccorsi sta partecipando anche l'esercito, oltre a squadre di medici e paramedici, mentre un elicottero dell'aviazione è sul luogo dell'incidente per evacuare i feriti più gravi.

In ognuno dei due vagoni incendiati viaggiavano circa 76 persone. Sul treno c’erano molte persone dirette a un convegno religioso organizzato dal movimento musulmano sunnita “Tablighi Jamaat”. “È stata la presenza del kerosene a far diffondere l’incendio”, ha detto all’emittente “Geo” il ministro per le ferrovie Sheikh Rashid Ahmed, spiegando che i passeggeri portano fornellini di nascosto sui treni per cucinare qualcosa di caldo durante lunghi viaggi.

Il sistema ferroviario pakistano è in condizioni di grave degrado per la mancanza cronica di investimenti e la scarsa manutenzione e gli incidenti sono molto frequenti. Circa 130 passeggeri sono morti nel 2005, quando un treno si è scontrato con un altro e un terzo è arrivato al centro dell’incidente in una stazione nella provincial di Sindh. Il primo ministro Imran Khan ha espresso le sue condoglianze in un tweet e ha detto di aver “ordinato un’inchiesta con urgenza”.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: