martedì 22 novembre 2016
Scosse di magnitudo 6.9 a pochi chilometri da Fukushima, colpita nel 2011 da un sisma. Residenti allontanati della costa, alcuni feriti leggeri
Onde risalgono il fiume Sunaoshi dopo il forte terremoto che ha scosso la costa orientale del Giappone (Lapresse)

Onde risalgono il fiume Sunaoshi dopo il forte terremoto che ha scosso la costa orientale del Giappone (Lapresse) - LaPresse

COMMENTA E CONDIVIDI

È rientrato in Giappone l'allarme tsunami scattato dopo il terremoto di magnitudo tra 6.9 e 7.4 registrato ieri sera poco lontano da Fukushima. Lo ha reso noto l'Agenzia metereologica giapponese, dopo che onde alte fino a 1,4 metri si erano abbattute sul
porto di Sendai, nella prefettura di Miyagi, alle 8.03 ora locale, poco dopo la mezzanotte italiana, due ore dopo il sisma.

Il direttore dell'Agenzia meteorologica giapponese indica sulla carta l'epicentro del sisma (Lapresse)

Il direttore dell'Agenzia meteorologica giapponese indica sulla carta l'epicentro del sisma (Lapresse) - LaPresse


Le autorità nipponiche avevano ordinato ai residenti della costa a Kamaishi di evacuare la zona, visto il pericolo di tsunami, con possibili onde fino a tre metri.

Giapponesi in fila prima dell'alba dopo l'ordine di evacuare la zona costiera per l'allerta tsunami (Lapresse)

Giapponesi in fila prima dell'alba dopo l'ordine di evacuare la zona costiera per l'allerta tsunami (Lapresse) - LaPresse

Il sisma è stato registrato alle 5.59 ora locale, le 21.59 italiane, e l'epicentro è stato localizzato a una profondità di 25 chilometri, a Fukushima. La scossa ha fatto oscillare gli edifici a Tokyo, 250 chilometri a sudovest dell'epicentro, e ha portato alla sospensione temporanea della circolazione ferroviaria, mentre sono stati cancellati alcuni voli da e per Sendai. Non si registrano vittime, solo 6 feriti lievi. Nessun danno particolare a edifici o strutture.

Onde alte poco più di un metro hanno colpito anche la zona della centrale nucleare di Fukushima sinistrata dopo il terremoto devastante del 2011.

La centrale nucleare di Fukushima (Lapresse)

La centrale nucleare di Fukushima (Lapresse) - LaPresse

A un'ora dalla prima scossa non risultavano anomalie nei reattori dell'impianto nucleare di Fukushima Daiichi, secondo quanto reso noto dalla Tokyo Electric Power Company, che ha specificato che non ci sono stati cambiamenti nei livelli di radiazioni. Però il sistema di raffreddamento della piscina dove vengono stoccate le barre di uranio esaurito del terzo reattore di Fukushima è spento, ha riferito la società Taepco proprietaria dell'impianto sottolineando che nella piscina dove sono conservate le barre di uranio l'acqua è a un livello di sicurezza e che la temperatura non sta aumentando e non ci sarebbero pericoli. L'impianto di Fukushima venne parzialmente distrutto l'11 marzo 2011 da un devastante terremoto che raggiunse magnitudo 9 e che innescò un tremendo tsunami.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: