venerdì 25 marzo 2016
​Spari in strada nel quartiere periferico di Schaerbeek. L'uomo aveva preso in ostaggio una donna e un bambino.
Nelle moschee del Belgio si prega contro il terrore | Le rivelazioni di Salah su Parigi
Bruxelles, 3 arresti. Ferito un sospetto
Nell'ambito delle indagini sugli attentati di Bruxelles, costati la vita martedì a 31 persone, gli inquirenti belgi hanno annunciato 3 arresti nei raid antiterrorismo di oggi dopo l'arresto di un francese, Reda Kriket, ieri sera nella banlieue nord di Parigi, sospettato di preparare un attacco. I 3 arrestati sono Tawfik A., Salah A. e un terzo uomo, ancora senza nome, fermato questo pomeriggio dopo una sparatoria vicino a una pensilina del tram in prossimità di place Meiser, nel quartiere periferico di Schaerbeek. L'uomo aveva preso in ostaggio una donna e un bambino. Due dei tre, Tawifik e l'uomo di Schaerbeek, sono rimasti feriti a una gamba. Separatamente, la Procura ha fatto sapere di aver rilasciato tre delle sei persone fermate ieri sera. Nelle mani della Procura ci sarebbero ancora Faycal C., Abou A. e una terza persona ancora senza nome. E un nuovo sospetto, per gli attentati di Parigi dello scorso 13 novembre e quelli di Bruxelles di tre giorni fa, sarebbe stato identificato in un ventottenne siriano, Naim Al Hamed.
Sarebbe lui il quinto super ricercato di una lista stilata nei giorni scorsi dai servizi di sicurezza di alcuni Paesi europei e che comprende anche Mohamed Abrini, l'uomo più ricercato d'Europa, perché implicato tanto negli attentati di parigi che di quelli a Bruxelles, amico d'infanzia di Salah Abdeslam. Al Hamed sarebbe indicato sulla foto segnaletica come "individuo molto pericoloso e probabilmente armato".
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: