mercoledì 14 giugno 2023
L'ex presidente rischia l'ineleggibilità a pubblici uffici per otto anni per i dubbi sollevato per la vittoria di Lula sul voto elettronico
L'ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro

L'ex presidente brasiliano Jair Bolsonaro - ANSA

COMMENTA E CONDIVIDI

Il Tribunale supremo elettorale (Tse) ha confermato che il 22 giugno si aprirà un processo che potrebbe determinare l'ineleggibilità a pubblici uffici per otto anni dell'ex presidente Jair Bolsonaro. Il presidente del Tse, Alexandre de Moraes, ha dichiarato al riguardo che "la giustizia elettorale è sempre stata rapida, anche in casi diversi da questo. Tutto ciò che ci viene sottoposto in esame viene giudicato, e non sarà diverso per questo caso, anche se coinvolge un ex capo dello stato".
"Non aspetterò un 'momento giusto' per giudicare questo caso - ha ancora detto - e lo tratteremo come qualsiasi altro". Alla domanda di un giornalista sull'ipotesi di rinviare il processo a Bolsonaro, il magistrato ha risposto: "Il Tse compirà la sua missione". La Procura ha chiesto per Bolsonaro l'inammissibilità di Bolsonaro a ricoprire incarichi per i prossimi otto anni per aver diffuso "fake news" su un presunto cattivo funzionamento del voto elettronico nelle elezioni in cui è risultato sconfitto, e aver seminato "dubbi" sui risultati delle presidenziali dell'ottobre 2022, in cui è stato eletto Lula, comunicati dal Tse.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: