Emergenza. Migranti, mare e freddo uccidono i piccoli


A.Ma. martedì 5 gennaio 2016
​Un'altra strage nell'Egeo: 34 migranti annegati, 7 erano bambini. E un neonato di 4 mesi è morto in una tenda sotto la neve (foto) nella provincia sudorientale turca di Batman.
Bagnasco: integrazione, non solo accoglienza
Controlli alla frontiera, Alfano: l'Italia non sospenderà Schengen
​Si apre un altro fronte nel dramma dei siriani in fuga dalla guerra. Chi ci prova via mare rischia di morire affogato, come è accaduto ancora oggi nel Mar Egeo, co n 34 vittime di cui 7 bambini, chi invece sceglie di uscire via terra si sottopone a una vita di stenti. Così si è saputo che un piccolo profugo di 4 mesi è morto di freddo nella tenda in cui si era rifugiata la sua famiglia nella provincia sudorientale turca di Batman (guarda la mappa qui sotto). Lo riporta l'agenzia di stampa Cihan, secondo cui nella tenda di fortuna dove viveva non c'era riscaldamento né elettricità.
Il piccolo è stato identificato in Faris Khidr Ali. "Siamo scappati dalla morte, ma il nostro bambino è morto congelato qui", ha detto il padre, chiedendo l'aiuto delle autorità turche per un altro suo figlio di 3 anni.Nel sito dell'agenzia ci sono anche alcune fotografie che mostrano le condizioni disperate in cui vive la famiglia del piccolo: in mezzo alla  neve, con vestiti di fortuna, senza nemmeno le calze e le scarpe.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: