Iraq. Raffica di attentati in Iraq, il Daesh rivendica


lunedì 11 gennaio 2016
Un centro commeciale preso d'assalto in un quartiere sciita di Baghdad, due kamikaze in un locale a 80 chilometri dalla capitale. In tutto almeno 30 vittime
Il centro commerciale di al Jawhara, in un distretto a maggioranza sciita di Baghdad, in Iraq è stato attaccato da “circa 20 uomini armati”: lo riferisce la Bbc. Si è conclusa con l'uccisione di tutti gli attentatori e con la morte di almeno 10 persone il blitz delle forze speciali irachene nel centro commerciale di Baghdad preso d'assalto. È quanto riferisce il Comando centrale delle operazioni anti-terrorismo iracheno. Non si hanno notizie verificate sui civili che, secondo fonti di stampa, erano stati presi in ostaggio dagli assalitori. Daesh ha rivendicato con un comunicato sui social netowork l'attacco al centro commerciale di Baghdad. Altri due attacchi terroristici hanno colpito il Paese: almeno 20 persone sono state uccise e altre 50 ferite in due esplosioni nell'est dell'Iraq. Un attentatore suicida si è fatto esplodere all'interno di un casinò nella città di Muqdadiyah, a 80 chilometri da Baghdad. E un'altra autobomba parcheggiata fuori dal locale è stata fatta saltare mentre sul posto si radunavano medici e civili dopo la prima detonazione. Anche in questo caso il doppio attentato è stato rivendicato dallo Stato Islamico. 
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: