lunedì 29 ottobre 2012
Il 6 novembre l’America vota: chi vincerà tra Obama e Romney avrà come primo obiettivo il risanamento dei conti pubblici. A rischio c’è la crescita americana del prossimo anno e, nel peggiore dei casi, l’incubo di una nuova recessione. Nella lunga vigilia elettorale, gli americani si sono dimostrati divisi tra la continuità che costituirebbe la riconferma del presidente e la scelta di passare alla ricetta conservatrice, che prevede tra l’altro radicali riduzioni del bilancio.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: