Fine vita

Gian Luigi Gigli*
Alzarsi e leggere la lettera in cui Loris Bertocco ha ricostruito il suo calvario e comunicato la decisione di darsi un suicidio assistito è stato come ricevere un pugno nello stomaco
Maurizio Patriciello
Loris, caro fratello, hai voluto farci partecipi della tua vita e noi te ne siamo veramente grati. Siamo tutti poveri «pellegrini dell’Assoluto», abbiamo continuamente bisogno di imparare a vivere
Gian Luigi Gigli*
Caro direttore, la vicenda umana del piccolo Charlie Gard si è conclusa, ma gli interrogativi che ha suscitato restano aperti e le ferite che ha lasciato continueranno a sanguinare per molto tempo ...
Ferdinando Camon
Non lo dimenticheremo mai, il piccolo Charlie, e ciò che non si dimentica vale la pena incontrarlo...