sabato 11 agosto 2018
La 30esima edizione si terrà a Roma dal 19 al 21 settembre. Ideato da Ciofs-Fp (Centro italiano opere femminili salesiane), racconterà i successi dell'altro percorso di istruzione dopo la scuola media
Formazione professionale, territorio e lavoro

L’edizione numero 30 del Seminario Europa ideato ed organizzato dal Ciofs-Fp (Centro Italiano Opere Femminili Salesiane- Formazione Professionale) sceglie Roma per raccontare i successi e le incompiute dell’altro percorso di istruzione dopo la scuola media. Il focus 2018: reti e territorialità per favorire l’occupazione giovanile.

Apertura dei lavori il 19 settembre nell’Hotel Villa Eur Parco dei Pini con saluti istituzionali alla presenza di tutti i maggiori player della formazione professionale e l’associazione di categoria Forma partner del Seminario Europa, mentre il 21 settembre, una tavola rotonda chiuderà (a Palazzo Valentini) i lavori illustrando alle istituzioni nazionali e territoriali, un progetto di filiera ragionato con il mondo produttivo per lo sviluppo di un sistema a rete necessario a implementare l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro.

Per ribadire lo spirito europeista delle tre giornate, fornendo una visione prospettica su come e quanto hanno realizzato i Paesi dell' Unione Europea e informare su quali sono le occasioni che l’Europa offre anche all’Italia, è previsto, nella seconda giornata, uno intervento dei vertici Cedefop (European Centre for the Development of Vocation Training).

Tra gli aderenti al XXX Seminario Europa, Anpal (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro), Inapp (Istituto Nazionale per l'Analisi delle Politiche Pubbliche), numerose Regioni italiane, Cisl Scuola, insieme con Confindustria, Confartigianato e Coldiretti per portar in evidenza le esigenze di chi il lavoro lo crea.

Il convegno è aperto a formatori, educatori, professionisti che operano negli ambiti giovani e lavoro, chiedendo informazione e iscrivendosi a info@ciofs-fp.org o telefonando alla segreteria organizzativa 06 57 29911.



© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: