martedì 13 marzo 2018
In particolare si selezionano manutentori e meccanici da inserire in Seas, presso gli aeroporti di Alghero, Bergamo Orio al Serio, Bologna, Budapest, Lamezia, Palermo, Pisa e Timisoara
In 40 per la manutenzione dei velivoli

Quanta SpA, società italiana leader nei servizi per le risorse umane, seleziona 40 persone in ambito aeronautico. Si tratta, nello specifico, di manutentori e meccanici da inserire nell’organico di Seas srl, società specializzata nella manutenzione di aeromobili e in esclusiva della flotta Ryanair. È prevista l'assunzione diretta in azienda. Le risorse saranno impegnate presso gli aeroporti di Alghero, Bergamo Orio al Serio, Bologna, Budapest, Lamezia, Palermo, Pisa e Timisoara. Si ricercano:

Manutentori Lma Cat. A in possesso della relativa licenza. Le risorse dovranno garantire la manutenzione in loco, si richiede disponibilità a trasferte su diverse sedi, anche estere. Requisiti: diploma a indirizzo tecnico (preferibilmente perito meccanico o costruzioni aeronautiche); ottima conoscenza della lingua inglese; esperienza pregressa nel ruolo specifico; disponibilità a turni anche notturni.

Meccanici aeronautici. Requisiti: esperienza pregressa in Hangar e/o Line; precedente esperienza acquisita su Boeing 737 800 Ng; capacità di lavorare in autonomia e senza supervisione diretta; buona conoscenza dei principali sistemi informatici; disponibilità al lavoro su turni, anche notturni e a trasferte in ambito Ue; buona conoscenza della lingua inglese, sia scritto che parlato.

Manutentori Lma Cat. B1 in possesso della relativa licenza. Le risorse dovranno garantire la manutenzione in loco, si richiede disponibilità a trasferte su diverse sedi, anche estere. Requisiti: diploma a indirizzo tecnico (preferibilmente perito meccanico o costruzioni aeronautiche); ottima conoscenza della lingua inglese, esperienza pregressa nel ruolo specifico; disponibilità a turni anche notturni. Per tale figura, requisito preferenziale è il possesso della certificazione su Boeing 737 800 Ng.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: