I dati. Quando la scuola crea lavoro


martedì 12 settembre 2017
Coinvolte 40mila imprese con 144mila addetti: dalla produzione e commercio di libri e articoli di cancelleria all’organizzazione di corsi linguistici, sportivi e per il tempo libero
Quando la scuola crea lavoro

Al via i primi giorni di scuola. Un affare per 40mila imprese in Italia e 144 mila addetti, con dieci miliardi di fatturato annuale, secondo i dati della Camera di commercio di Milano al secondo trimestre 2017. Dalla produzione e commercio di libri e articoli di cancelleria all’organizzazione di corsi linguistici, sportivi e per il tempo libero alle biblioteche private. In Lombardia coinvolte 6mila imprese, con 34mila addetti e 4 miliardi di euro di fatturato. Prima Roma per imprese e Milano per addetti.

Più forniti tra i territori italiani, Roma con circa 3.500 imprese e oltre 15mila addetti, Milano con 3mila imprese e 18mila addetti, Napoli con 3mila imprese e oltre 10mila addetti, Torino con circa 1.600 imprese e 6mila addetti, Bari con oltre mille imprese e 3mila addetti.
Per business, dopo la Lombardia con quattro miliardi, ci sono Emilia Romagna, Veneto e Lazio con un miliardo circa. Per territorio, affari più consistenti per Milano, con 3,7 miliardi, Roma con circa un miliardo, Piacenza, Vicenza, Firenze, Napoli, Torino, Bologna e Padova con circa 300 milioni.

Un settore abbastanza stabile in un anno per imprese e in crescita per gli addetti in Italia. Le imprese calano del -0,9% tra il 2016 e il 2017 nel Paese e sono stabili in Lombardia (+0,2%). Anche se in Italia crescono i corsi extra – scolastici, +3,9%, tra cultura generale, lingue, sport e tempo libero. Un dato che in Lombardia vede un aumento del +6%. Crescono gli addetti a livello nazionale, +3,3% e in Lombardia (+5,2%).


© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: