mercoledì 11 luglio 2018
Debutta la quarta generazione con più spazio ed efficienza nei consumi. Disponibile anche wagon e in allestimento active, avrà una versione Ibrida dal 2019
Ford Focus ha vent'anni, e ora cresce in tutto

Vent'anni e quattro generazioni, sedici milioni di unità vendute nel mondo, sette solo in Europa. Stiamo parlando della Ford Focus, vettura di segmento C dove il marchio dell'Ovale Blu compete con “giganti” del mercato del calibro di Volkswagen Golf, Fiat Tipo, Giulietta Alfa Romeo, Peugeot 308 e Renault Megane, conquistando una fetta del 10% del mercato. In arrivo questo mese, (mentre per la versione wagon bisognerà attendere fino a settembre), il listino di nuova Focus parte da 20mila euro, un prezzo d'attacco che diventa ancora più interessante con la formula “idea facile Ford”, una sorta di costo di guida mensile che prevede un anticipo di 3.850 euro e rata da 159 con un vantaggio di 5.500 euro sul prezzo finale della vettura.

Prodotta a Saarlouis, in Germania, Focus è la prima Ford costruita sulla base della nuova architettura C2 globale, capace di offrire più spazio all'interno e migliore efficienza nei consumi di carburante. Disponibile nelle versioni cinque porte e wagon, Focus sarà declinabile negli allestimenti Plus, Titanium, St-Line, Vignale ed Active (a dicembre). Esternamente il design è più scultoreo ed atletico. Il passo è più lungo di 50 mm e permette l'integrazione di uno pneumatico dal diametro più ampio con le ruote posizionate più in alto. Il frontale è stato completamente ridisegnato: le linee sono pulite, la griglia più ampia. Tredici le tonalità disponibili per gli esterni mentre all'interno si punta sulla scelta di materiali raffinati e di buona fattura. Obiettivo? Seguire la filosofia dove l'ergonomia diventa l'obiettivo primario a fronte di un design minimale e leggero che crea un maggiore comfort.

Ma il vero punto di forza di nuova Focus sta tutto nella tecnologia, a partire dal Co-Pilot360 che migliora sicurezza e guidabilità. Disponibili l'adaptive cruise control con stop&go, lo speed sign recognition e il lane centering, che consentono di regolare la velocità, riconoscere i segnali stradali e mantenere una traiettoria costante. Non solo assistenza alla guida e al parcheggio, per aiutare il conducente nelle manovre, ma anche connettività: grazie al modem integrato FordPass Connect il veicolo diventa un wi-fi hotspot con la possibilità di agganciare fino a un massimo di 10 dispositivi. Tra i sistemi anche quelli per ritrovare la propria auto nei parcheggi (vehicle locator), quello che fornisce informazioni utili sul veicolo e l'accesso remoto alla vettura. Il Sync 3 per l'infotainment è supportato da uno schermo touchscreen a colori da 8'' compatibile con Apple CarPlay e Android Auto. Il sistema premium B&O Play è invece dotato di 10 diffusori tra cui un subwoofer da 140 mm montato sul bagagliaio.

Per quanto riguarda le motorizzazioni si può scegliere tra motori a benzina ecoBoost e diesel EcoBlue, con start&Stop (capaci di rispettare gli standard Euro 6 calcolati con procedura WLTP). A partire dal motore benzina EcoBoost 1.0 che è disponibile con potenze da 100 e 125 cv, fino ad arrivare al diesel Ecoblue 1.5 nelle potenze da 95 e 120 cv e il 2.0 da 150 cv (nel 2019 prevista anche una versione ibrida). Il cambio è un automatico a otto rapporti disponibile con il 1.0 da 125 cv, con il 1.5 da 120 cv e con il 2.0 da 150 cv.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: