giovedì 12 ottobre 2017
Il 13 e 14 ottobre a Bertinoro due giornate di confronto e dibattiti sulla riforma con i rappresentanti del mondo accademico e cooperativistico italiano
Normatività sociale ed economie coesive

Riforma del Terzo settore, educazione all'imprenditorialità sociale, sviluppo di nuove economie locali coesive e impatto sociale: sono tanti i temi su cui si confronteranno rappresentanti del mondo accademico, dell’economia sociale e cooperativa italiana nel corso delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, il tradizionale appuntamento di Aiccon. La XVII edizione dal titolo ll Terzo settore in transito. Normatività sociale ed economie coesive” si svolgerà il 13 e 14 ottobre 2017 presso il Centro Universitario di Bertinoro (Forlì Cesena). Come cambierà il ruolo del Terzo settore e quali ulteriori spazi d’azione si prospetteranno in futuro? Sarà l’inizio di una nuova stagione del welfare italiano? Questa edizione si svolge in un momento decisivo per il non profit italiano, a soli due mesi dall’entrata in vigore dei principali decreti d’attuazione della riforma del Terzo settore (l. n. 106/2016).

«Il Terzo settore del dopo riforma – sottolinea Stefano Zamagni, presidente della Commissione scientifica Aiccon – non può esimersi dal porre in cima ai propri compiti la rigenerazione della comunità, lo sforzo costante di “fare luogo” per creare quelle relazioni che scongiurano la minaccia dell’isolamento».

Il dibattito sarà arricchito dalle anteprime dati: oltre ad una rilevazione dell’Istat sulle trasformazioni in atto nel Terzo settore, sarà presentata anche un’indagine condotta sui cittadini da Swg che analizza la conoscenza e la rilevanza del settore non profit e la percezione del nuovo ruolo dell’impresa sociale e delle nuove forme di economia collaborativa. Secondo Swg, il 69% dei ragazzi di età compresa tra i 18 e i 24 anni ritengono che il Terzo settore svolga un ruolo fondamentale nel nostro Paese. «Si riscontra ancora una volta una grande fiducia da parte dei giovani, che sono la community più sensibile e attenta – osserva Paolo Venturi, direttore di Aiccon –. Un dato importante, perché il Terzo settore non è solo il mondo in cui si fanno buone cose, ma è anche il luogo in cui si può fare impresa diversamente».

All’interno del programma delle Giornate di Bertinoro 2017 è previsto anche uno spazio dedicato ai giovani, in particolare a studenti universitari e ricercatori. Si chiama Giornate di Bertinoro Off e ospiterà più di 50 ragazzi che parteciperanno a laboratori e ascolteranno testimonianze su imprenditorialità, innovazione sociale e rigenerazione urbana e culturale.

Tutti i protagonisti, le informazioni utili e il programma de Le Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile sono disponibili sul sito www.legiornatedibertinoro.it.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: