martedì 13 marzo 2018
Da giovedì 15 a domenica 18 marzo Milano si trasforma nella Capitale dell'innovazione
Così si promuove la cultura digitale

Sta per aprire i battenti la prima edizione della Milano Digital Week, l'evento promosso dal Comune di Milano che si articola in più di 400 eventi in varie sedi cittadine ed è incentrato sui temi del digitale e dell'innovazione. Da giovedì 15 a domenica 18 marzo Milano si trasforma nella Capitale digitale d'Italia e, grazie a partner quali Samsung, Fastweb, Intesa San Paolo, AutoScout24 e Bmw, propone un'infinità eventi che toccano ogni manifestazione della società digitale: dalle arti all'educazione, dalla mobilità al business, sanità, comunicazione e tutto ciò che riguarda la produzione e diffusione di conoscenza e innovazione attraverso il digitale.

A livello pratico, Milano Digital Week è una quattro giorni di eventi aperti al pubblico e distribuiti su centinaia di location cittadine: quartier generale della manifestazione è il Base di Milano, che ospita alcuni eventi cardine, ma la maggior parte degli appuntamenti è sparsa per le vie della città. L'evento è quindi dedicato a tutti, dai professionisti del digitale - che troveranno argomenti di approfondimento - fino a semplici appassionati e curiosi e si articola in mostre, dibattiti, seminari, workshop e conferenze, tutte con il minimo comun denominatore dell'innovazione digitale. Molto interessanti anche i laboratori interattivi per bambini e ragazzi, un'occasione quanto mai ghiotta per divertirsi e imparare.

Intanto Microsoft Italia inaugura la Microsoft Digital Week mettendo al centro le opportunità dell'intelligenza artificiale (Ai). Un progetto di Ai emblematico - sottolinea Microsoft - è quello della sperimentazione di "Chiara", l'assistente digitale con cui Microsoft e Teorema hanno risposto alla "Call for Ideas" indetta dal Comune, nell'ambito della Milano Digital Week. Attraverso il portale del Turismo del Comune di Milano, fruibile anche in mobilità, sarà possibile interagire facilmente con Chiara per accedere a informazioni utili, visualizzando per esempio gli eventi in programma in città, la mappa della metro e l'offerta culturale del momento.


«Milano città dell'Innovazione e del futuro, sempre in movimento, sempre all'avanguardia, per semplificare la vita dei propri
cittadini e dei turisti che scelgono di visitarla. Con 'Chiara' ci viene presentata la sperimentazione di uno strumento dalle grandi potenzialità che i milanesi saranno felici di provare durante la Digital Week. Sul terreno dello sviluppo tecnologico e della digitalizzazione della città stiamo lavorando da un anno e mezzo con l'obiettivo di facilitare, in particolar modo, il rapporto tra pubblica amministrazione e cittadini», dice il sindaco Giuseppe Sala intervenuto all'inaugurazione della Microsoft Digital
Week.

«Il progetto - spiega Microsoft - rappresenta un'importante sperimentazione in una logica di smart city e al contempo di multiculturalità. Sarà inizialmente disponibile in italiano e in inglese, ma in futuro potrà includere anche la capacità di dialogare in arabo e cinese, con l'obiettivo di offrire una risposta ai turisti in viaggio a Milano, ma anche di permettere a coloro che, per ragioni di lavoro o studio, risiedono in città di interagire ancora più facilmente con le istituzioni. Il progetto potrà rappresentare anche uno strumento di efficienza per la Pa, di innovazione del servizio pubblico e di semplificazione del rapporto con la cittadinanza, permettendo alle persone di trovare facilmente le informazioni di loro interesse e di intraprendere un dialogo "umano" con quella che di fatto è un'intelligenza artificiale. La sperimentazione è stata sviluppata in pochissimo tempo e potrà essere gradualmente perfezionata, beneficiando della capacità di apprendimento dell'AI, per offrire feedback sempre più puntuali».

«Le realtà italiane caratterizzate da una forte cultura digitale - commenta Silvia Candiani, amministratore delegato di Microsoft Italia - sono quelle in cui i vertici sostengono il potenziale della tecnologia per aiutare le persone e il business a crescere, in cui ne promuovono l'utilizzo con l'esempio e in cui i dipendenti ottengono la formazione di cui hanno bisogno per ottenere il massimo dal digitale: sono queste le imprese che beneficiano di dipendenti dieci volte più motivati, quattro volte più innovativi, due volte più produttivi. Di fatto solo il 17,4% degli italiani lavora in contesti con una grande cultura digitale, ecco perché Microsoft rinnova il proprio impegno per promuovere la formazione e la condivisione di buone pratiche, anche grazie alla Microsoft House, un luogo di confronto per aziende e cittadini sulle opportunità offerte dal digitale, che nel primo anno ha già accolto oltre 110mila persone. Non solo, ci impegniamo con un piano concreto di investimenti in Italia per sostenere la trasformazione digitale della Pa, per accelerare la crescita delle imprese e per supportare la modernizzazione della didattica e la diffusione delle competenze digitali
tra i giovani».

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: