mercoledì 13 settembre 2017
Crescono del 3% per il prossimo trimestre. I datori di lavoro mai così fiduciosi dal 2011 a oggi. I settori Alberghiero, Ristorazione, Trasporti e Comunicazione tra i più ottimisti
Assunzioni, previsioni in crescita

Il mercato italiano del lavoro sembrerebbe avviarsi nella direzione giusta. Lo sostiene Manpower Group, leader mondiale nelle soluzioni strategiche innovative per la gestione delle risorse umane, che presenta l’indagine trimestrale sull’occupazione. Secondo i dati relativi al periodo ottobre-dicembre 2017 la previsione per il quarto trimestre si attesta a quota +3%, che è il miglior dato di previsione registrato dal 2011 a oggi e indica una maggior fiducia nelle assunzioni da parte dei datori di lavoro.

«Anche se è troppo presto per affermare che siamo in piena ripresa, possiamo dire che siamo verso una svolta importante per il mercato del lavoro - afferma Stefano Scabbio, presidente Area Mediterranea, Nord ed Est Europa di ManpowerGroup -. Negli ultimi mesi, in Italia molti indicatori sono migliorati e diventati positivi: abbiamo notato una maggior fiducia tra i datori di lavoro. La domanda di talenti è in aumento e gli imprenditori hanno bisogno più che mai rendere la talent strategy una priorità: costruire però la pipeline del Talento richiede tempo ed interventi mirati sullo sviluppo delle competenze chiave e dovrebbe, nei prossimi mesi, diventare un focus chiave per ogni azienda».

Confronti tra aree regionali
I datori di lavoro del Nord-Est d’Italia riferiscono le prospettive di assunzione più ottimistiche per il periodo ottobre-dicembre, con una previsione netta sull’occupazione pari a +9%. D’altra parte, i datori di lavoro del Nord-Ovest riferiscono piani di assunzione limitati, con una previsione di +1%, mentre si prevede che i mercati del lavoro resteranno fermi sia in Italia Centrale che nel Sud/Isole, dove i datori di lavoro riferiscono una previsione pari a -2%.

Confronti settoriali
In sei settori industriali su dieci, i datori di lavoro prevedono un aumento dei propri organici nel corso del quarto trimestre 2017. Si prevede che i mercati del lavoro più forti saranno quelli di ristoranti e alberghi, dove i datori di lavoro riportano una previsione netta sull’occupazione pari a +9%. È previsto un certo aumento degli occupati nel settore di trasporti e comunicazioni, con una previsione del +6% e nel settore di agricoltura, caccia, silvicoltura e pesca, dove le previsioni si attestano sul +5%. Si prevede un lento aumento del numero di occupati sia nel settore di elettricità, gas e acqua che nel settore pubblico e sociale, con una previsione del +2%. Tuttavia, si prevede un calo del numero di occupati in quattro settori, in particolare nel settore minerario ed estrattivo e nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio, con una previsione pari a -3%.

Confronto tra dimensioni aziendali
I datori di lavoro di tutte e quattro le categorie previste dalla ricerca (micro aziende, piccole aziende, medie e grandi aziende) prevedono un aumento del personale nel corso dei prossimi tre mesi. Le grandi aziende (oltre i 250 dipendenti) riferiscono i piani di assunzione più ottimistici con una previsione netta sull’occupazione pari a +15%, mentre la previsione per le piccole aziende (10-49 dipendenti) si attesta al +4%. I datori di lavoro di aziende medie (50-249 dipendenti) e micro (fino a 10 dipendenti) sono più cauti e riferiscono previsioni rispettivamente pari a +2% e +1%.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: