venerdì 14 settembre 2018
Il crollo di ponte Morandi non ferma l'economia del capoluogo ligure. Crescono gli interventi per favorire l'avvio di nuove attività produttive e l'accoglienza turistica
Turismo e commercio per la rinascita della città

Il crollo di ponte Morandi non ferma l'economia di Genova. Il capoluogo ligure - nonostante le lacrime versate per i morti e i disagi - guarda avanti. La città è aperta, è viva e accoglie i turisti e i nuovi imprenditori. Genova rilancia più che mai la propria ritrovata vocazione turistica che nel solo periodo gennaio-luglio 2018 ha fatto registrare un +4,1% di pernottamenti con un incremento degli stranieri di oltre il 10%. Nessun isolamento dunque e – soprattutto – tanta voglia di continuare a mostrare le proprie meraviglie, dai tanti musei all’Acquario, dalle mostre a Palazzo Ducale al centro storico Patrimonio Unesco, dalle ville e i parchi storici all’eccezionale ricchezza paesaggistica del mare.

Il Comune di Genova - in particolare l'assessorato al Turismo e Commercio guidato da Paola Bordilli - è in prima linea nella diffusione e promozione turistica. Oltre a facilitare l'avvio di attività produttive nel centro storico. Per un anno, per esempio, i locali di proprietà comunale verranno concessi in affitto a costo zero. I nuovi interventi economici a sostegno delle start up e del commercio, decisi dalla sezione Imprese del Comitato di indirizzo tecnico del Fondo strategico regionale, aiuteranno la crescita e lo sviluppo dell’intero sistema. Gli interventi, da attuare entro il prossimo autunno, saranno erogati tramite bandi e attraverso la società regionale Ligurcapital che avrà un affidamento di cinque milioni di euro da destinare alla partecipazione nel capitale delle società da sostenere. Di questi, 1,5 milioni di euro saranno investiti per start up innovative mentre tre milioni saranno destinati a finanziamenti agevolati nel settore del piccolo commercio erogati attraverso bandi indirizzati su aree specifiche di pregio al fine di riqualificare l'offerta commerciale e turistica integrata del territorio. Per la riqualificazione dei mercati coperti, identificati come punti di eccellenza del commercio di prossimità, è previsto un fondo di garanzia di 1,5 milioni di euro. «Esprimo massimo apprezzamento per questa decisione che punta alla valorizzazione e al sostegno al commercio – dichiara l'assessore comunale –. Per i mercati coperti di Genova ci sono moltissimi progetti fermi da anni, la garanzia del credito da parte di Regione Liguria vuole essere il simbolo della fiducia che, anche come Comune, abbiamo richiesto di dare agli operatori che hanno combattuto la crisi sino a oggi e che meritano un futuro di sviluppo e non di declino».

Insomma è forte la voglia di rialzarsi a un mese dalla tragedia di ponte Morandi. Nei primi 20 giorni di agosto si è registrato un incremento di visitatori negli uffici di informazioni turistiche della città (+4,5%), si sono svolti regolarmente i tour e le visite guidate prenotate per il week end e i turisti confermano le prenotazioni negli alberghi, pur nell’abitudine ormai consolidata alla scelta “last minute”. «Siamo come sempre pronti ad accogliere al meglio i tanti turisti che hanno scelto le bellezze della nostra città. – sottolinea Bordilli -. È motivo di orgoglio per noi constatare che in questi giorni non si sono verificate disdette ma, anzi, i numeri ci consegnano un incremento di presenze rispetto all’anno scorso. A Genova si arriva con comodità e tutti i punti di maggiore interesse turistico si possono raggiungere con i mezzi pubblici, così come accadeva fino a qualche giorno fa. Ciò grazie al grande lavoro che è stato fatto da parte dell’amministrazione nella gestione della mobilità durante questo momento di grande difficoltà. Genova – e lo dico non soltanto da assessore al turismo, ma da genovese innamorata della propria città – è rimasta la stessa, una città meravigliosa da visitare».

Il capoluogo ligure non solo va avanti, ma incrementa il proprio interesse. Continua a essere raggiungibile dai turisti, in auto, in treno, in aereo e via mare. I percorsi consigliati sono ben indicati in città e facilmente reperibili sul portale di promozione turistica Visitgenoa, sul sito del Comune, sui siti di Società Autostrade e Trenitalia. Gli orari dei voli, delle crociere, dei traghetti non hanno subito variazioni.

© Riproduzione riservata