lunedì 20 marzo 2017
Entro il 31 marzo si può presentare la richiesta di contributi a favore di associazioni di promozione sociale. I documenti da allegare e le modalità di richiesta
Ecco come chiedere i contributi per le associazioni sociali

Scade a fine mese il termine per presentare la richiesta di contributi a favore di associazioni di promozione sociale (ex legge n. 438/1998). Per compilare le domande – la cui presentazione potrà avvenire tramite raccomandata postale o invio per pec, posta elettronica certificata – va fatto riferimento alle linee guida valide per l’anno 2017 pubblicate dal ministero del lavoro sul sito internet.

I contributi sono disciplinati dalla predetta legge n. 438/1998 a favore delle associazioni, al fine di incoraggiare e sostenere attività di ricerca, d’informazione e di divulgazione culturale e d’integrazione sociale, nonché per la promozione sociale e la tutela degli associati. I contributi possono essere concessi per la promozione dell’integrale attuazione dei diritti costituzionali concernenti l’uguaglianza di dignità e la lotta contro ogni forma di discriminazione nei confronti dei cittadini che, per cause di età, di deficit psichici, fisici o funzionali o di specifiche condizioni socio-economiche, siano in condizione di marginalità sociale.

La concessione del contributo è subordinata alla presentazione di apposita istanza, corredata da specifica documentazione. La domanda, a pena d’inammissibilità va predisposta secondo il modello allegato alle linee guida e sottoscritta dal legale rappresentante dell’associazione o accompagnata. La domanda, inoltre, deve essere corredata dei seguenti indicati in tabella e del documento d’identità del legale rappresentante, in corso di validità.

Come stabilito dall’art. 3 della legge n. 476/1987, domanda e documentazione deve essere presentata improrogabilmente entro il 31 marzo 2017.
La presentazione dovrà avvenire:
a) mediante spedizione postale con raccomandata a/r (fa fede il timbro postale di spedizione che non dovrà essere successivo al 31 marzo 2017). Le domande spedite successivamente alla scadenza non saranno prese in considerazione. Qualora la documentazione, in formato cartaceo, ecceda i limiti di peso previsti per l’invio raccomandato, potrà essere riversata su supporto informatico (ad esempio CD Rom) esclusivamente in formato pdf (un file per ogni documento) e allegato alla domanda in formato cartaceo. Sul CD dovrà essere presente anche un file con l’elenco della documentazione contenuta nel CD stesso. L’indirizzo di spedizione è:
ministero del lavoro e delle politiche sociali - Direzione generale del terzo Settore e della responsabilità sociale delle imprese – Div. II - Via Fornovo 8 – 00192 – Roma;
b) mediante posta elettronica certificata all’indirizzo dgterzosettore.div2@pec.lavoro.gov.it. In tal caso la spedizione dovrà essere effettuata inderogabilmente entro il 31 marzo 2017, obbligatoriamente da una casella di posta certificata e recare come oggetto “Domanda di contributo l. 438 anno 2017”. Tutta la documentazione andrà allegata obbligatoriamente in formato pdf (un file per ogni documento), fornendo un apposito elenco completo della documentazione trasmessa.

Alla documentazione vanno allegati:
• Programma delle attività da svolgere nell’anno 2017
• Copia dello statuto e dell’eventuale regolamento
• Copia del bilancio di previsione 2017
• Copia del bilancio consuntivo dell’anno 2016
• Dichiarazione sul numero (completo dei relativi indirizzi) delle sedi
• Relazione sulle attività svolte nell’anno precedente
• Dichiarazione sull’assenza di condanne penali e/o procedimenti penali
• Relazione sui requisiti

© Riproduzione riservata