mercoledì 7 marzo 2018
In particolare si selezionano ingegneri. Ma c'è spazio anche per un fisico e addetti alla vendita. Si dovranno occupare di innovazione legata ai mini impianti fotovoltaici
Creare lavoro con la raccolta fondi

Negli ultimi anni le aspettative nei confronti del potenziale di sfruttamento economico dei risultati della ricerca si sono intensificate. Diviene strategico per l’economia italiana costruire un ponte tra il mondo dell’industria e la ricerca, tra la domanda e l’offerta di tecnologia. Dive Group - con sede legale a Firenze - è nata per questo. Chi investe nel progetto decide di essere socio di un’azienda di respiro internazionale e condividere un cammino con persone che credono nel successo sorretto da innovazione, competenze e valori. La campagna di raccolta fondi è un primo passo per l’obiettivo di raccogliere in due mesi 500mila euro. Le nuove risorse velocizzeranno lo sviluppo di nuovi prodotti e di sistemi robotizzati di alto valore tecnologico, garantendo nuovi posti di lavoro.

I costi fissi previsti derivano dalla necessità di realizzare le strutture industriali necessarie alle varie Business Unit. Si prevede infatti di arrivare a una struttura complessiva a regime alla fine del triennio 2018-2020 pari ad almeno 22 persone a tempo pieno tra personale diretto, indiretto e soci operativi, oltre a 5-10 collaboratori esterni non a tempo pieno.

«Un obiettivo ambizioso - spiega Giovanni Baldi, presidente esecutivo di Dive Group - ma la rapida crescita impone di ripensare in modo non convenzionale l’approvvigionamento di capitali. Già nel suo primo anno di vita, Dive ha acquisito importanti clienti quali Enel Green Power per intervenire in uno dei più grossi impianti fotovoltaici al mondo con un prodotto nanotecnologico unico nel suo genere, frutto della ricerca italiana. L’obiettivo per i prossimi anni è quello di incrementare fino a sette milioni di euro il valore complessivo di Dive. Ci proponiamo di distribuire utili ai nuovi soci già nell’esercizio 2018. Con il crowdfunding le pmi possono raccogliere risorse da destinare all'innovazione e alla ricerca. Oltre che alla creazione di nuova occupazione».

In particolare si selezionano ingegneri elettronici, meccanici e in energia. Ma c'è spazio anche per un fisico e addetti alla vendita. Si dovranno occupare di innovazione legata ai mini impianti fotovoltaici. La sede di lavoro è Firenze, ma bisogna essere disponibili a trasferte in tutta Italia e all'estero.


Dive Group, in pratica, si propone come l'anello di congiunzione tra competenze scientifiche, finanziarie e manageriali per far decollare idee innovative made in Italy, in un mercato globale sempre più competitivo. La società opera unicamente con risorse proprie, per generare trasferimento tecnologico. Cerca e individua le innovazioni in Centri di ricerca e Università, ne acquisisce i diritti e le sviluppa industrialmente e commercialmente, mirando a trasformare i risultati della ricerca in prodotti di successo. Adesso le rinnovabili, mentre in un prossimo futuro l’agro-alimentare e il mondo degli integratori alimentari innovativi.

Gli interessati possono inviare il cv a: info@divegroup.it; http://www.divegroup.it/.

Per investire in Dive Group: https://www.crowdfundme.it/projects/dive/.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: