venerdì 9 febbraio 2018
«Si tratta di figure fondamentali per il funzionamento dell'esecuzione penale esterna, figure di cui il ministero della Giustizia, la pubblica amministrazione in generale, ha grande bisogno»
Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando

Viene pubblicato oggi il bando per l'assunzione di 250 assistenti sociali, a poco più di un mese dall'approvazione della legge di Bilancio. Lo annuncia il Guardasigilli Andrea Orlando, con un video su Facebook, in cui spiega che «si tratta di figure fondamentali per il funzionamento dell'esecuzione penale esterna, figure di cui il ministero della Giustizia, la pubblica amministrazione in generale, ha grande bisogno».

Il ministro della Giustizia rileva che l'esecuzione penale esterna, ossia «quell'insieme di pene, alternative al carcere» può consentire di «far sì che chi ha sbagliato restituisca alla società, nel suo insieme, qualcosa: spesso - osserva Orlando - la pena è passività, spesso la pena è un costo per i contribuenti. Il lavoro, il lavoro socialmente utile, il lavoro che può in qualche modo ridare dignità è, invece, un modo per costruire una società nella quale anche le vittime possono avere un ritorno e non semplicemente assistere all'esecuzione della pena». Attraverso tale strumento, potenziato nel corso degli ultimi anni, «siamo riusciti - afferma il ministro - a far sì che la deflazione del carcere sia stata accompagnata da un aumento delle persone sottoposte a esecuzione penale esterna. Il che significa sostanzialmente che i cittadini, anche senza utilizzare soltanto il carcere, possono essere più sicuri, contrariamente a quello che si sta dicendo in questi giorni».

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: