giovedì 10 gennaio 2019
A regime nella struttura di Bojano (Campobasso) saranno impiegate circa 60 unità, mentre il macello e la sala taglio dedicati alle prime e seconde lavorazioni riassorbiranno non meno di 100 addetti
Riavviato l'incubatoio avicolo nel Molise

Avviate le attività di messa a regime degli impianti dell'incubatoio avicolo di Bojano (Campobasso), acquisito da Amadori, dopo il fallimento dell'ex Gruppo avicolo molisano. Le opere di riqualificazione dell'incubatoio, iniziate a febbraio scorso, si sono concluse nei tempi previsti.

Attualmente nella nuova struttura, che entra a far parte della filiera integrata Amadori, sono impiegati 15 lavoratori. Le assunzioni saranno incrementate nel corso dei prossimi mesi, in linea con gli impegni assunti dal Gruppo con tutte le parti sociali. L'azienda si è impegnata a creare in Molise una filiera dedicata al pollo di alta qualità, da realizzarsi attraverso un piano d'investimenti per oltre 45 milioni di euro (cofinanziata al 40% dalla Regione), che include l'acquisizione del complesso tramite la controllata Società Agricola Vicentina, la sua ristrutturazione e riqualificazione. Gli investimenti riguardano l'incubatoio, lo stabilimento di trasformazione e gli allevamenti, che saranno inseriti nella filiera integrata Amadori, formata da oltre 800 allevamenti su tutto il territorio nazionale.

A regime nella struttura saranno impiegate circa 60 unità, mentre il macello e la sala taglio dedicati alle prime e seconde lavorazioni riassorbiranno non meno di 100 addetti, sempre fra gli attuali cassaintegrati.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: