giovedì 7 settembre 2017
Misano World Circuit ha promosso Kiss Misano, un programma con cui intende sensibilizzare e coinvolgere chi si recherà alla gara di Moto GP
A Misano in pista anche la solidarietà

A causa del recente infortunio, Valentino Rossi non sarà in pista al Gran Premio di San Marino che si corre domenica a Misano per il campionato mondiale di motociclismo. L’entusiasmo dei suoi tanti sostenitori sarà forse meno intenso, ma sarà comunque un week-end all’insegna della passione e del divertimento. E, anche, della sostenibilità.
Misano World Circuit, infatti, per il secondo anno consecutivo ha promosso Kiss Misano (da "Keep it shiny and sustainable", traducibile in "conservalo scintillante e sostenibile"), un programma con cui intende sensibilizzare e coinvolgere chi si recherà al circuito sui temi della sostenibilità. Per dire che il mondo dello sport, e del motociclismo nel caso specifico, può fare molto per diffondere consapevolezza su quanto siano importanti i comportamenti personali improntati alla sostenibilità. Come del resto afferma la stessa enciclica Laudato si’ di Papa Francesco.


Nei tre giorni del Gran Premio le iniziative "in pista" saranno davvero tante (a curarne la realizzazione è la società Right Hub, una B corp specializzata in progetti di sostenibilità per eventi sportivi): dalla raccolta differenziata al riciclo, dalla mobilità sostenibile alla raccolta di eccedenze alimentari contro lo spreco di cibo, al sostegno e al coinvolgimento di organizzazioni non profit (il programma completo su www.kissmisano.com). Si è iniziato già ieri con la Pit Walk, una "passeggiata solidale" in cui ragazzi e ragazze disabili di associazioni non profit locali (il circuito è particolarmente attrezzato per l’accoglienza di persone disabili) hanno visitato la pit lane, i box, ammirato le moto da gara. Insieme alla Fondazione Banco Alimentare Emilia Romagna Onlus, sabato e domenica, presso le aree di ospitalità (hospitality) del circuito e di alcune scuderie, si effettuerà la raccolta delle eccedenze alimentari, donate poi agli ospiti di associazioni non profit. Durante tutto il fine settimana, inoltre, si spingerà molto sull’acceleratore della raccolta differenziata (si punta a superare il 40% raggiunto nel 2016), con contenitori ad hoc presenti in tutto il circuito, isole ecologiche, iniziative di sensibilizzazione presso le tribune dove saranno assiepati gli spettatori. Ai quali è stata rivolta anche una campagna di comunicazione per stimolarli sulla mobilità sostenibile (utilizzo di mezzi pubblici, car pooling, biciclette). A stimolarli invece a differenziare bene, e possibilmente tanto, sarà l’iniziativa "Più ricicliamo, più doniamo": sulla base dei risultati di raccolta, i Consorzi Nazionali di riciclo e recupero partner di Kiss Misano effettueranno una donazione a sostegno dell’Associazione Papa Giovanni XXIII. Si parlerà anche di mari e oceani, com’è noto minacciati da un insostenibile inquinamento: a Misano terranno banco le campagne "Un mare da salvare", promossa da Sky, sull’inquinamento da rifiuti plastici, e "Mari puliti", promossa dalle Nazioni Unite e sostenuta dalla FIM (Federazione internazionale di Motociclismo), per la salvaguardia di mari e oceani.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: