lunedì 5 settembre 2016
Francesco invita 1500 poveri a pranzo con la pizza.

​Nel giorno della canonizzazione di madre Teresa un'iniziativa speciale è stata dedicata ai più poveri e bisognosi, invitati oltre che alla cerimonia di canonizzazione a un pranzo in Vaticano a base diautentica pizza napoletana, direttamente da Papa Francesco.L'invito del Pontefice è arrivato a 1500 poveri, provenienti in gran parte dai dormitori delle case delle suore di madre Teresa in Italia, per tramite dell'Elemosiniere pontificio, mons. Konrad Krajewski, che dopo averli accompagnati sul sagrato da dove hanno assistito alla messa da postazioni di prima fila nel reparto San Pietro, ha svolto gli "onori di casa" nell'atrio dell'aula Paolo VI, dove è stato offerto il pranzo d'eccezione, oltre 3mila pizze cucinate con forni mobili da 20 pizzaiolicampani. E non è mancata, a chiusura del menu, come dolce, anchela tipica sfogliatella napoletana. Gli invitati speciali sonopartiti la notte scorsa a bordo di pullman messi a disposizioneper l'occasione, dalle città di Milano, Bologna, Firenze, Napolie dalla stessa Roma.

7Tmd4ojSm8E;430;242

Si tratta di indigenti, senzatetto ma anche donne rimaste senza lavoro ospitati e assistiti nei centri gestiti dalle suore della Congregazione fondata da Madre Teresa in India e oggi attiva in 139 Paesi del mondo. Giuseppina, 53 anni, di Napoli, ci tiene a far sentire la sua voce prima di entrare, pass al collo, dall'ingresso dell'ex Sant'Uffizio, dove le guardie svizzere lasciano passare solo gli ospiti del pranzo.

"Ho conosciuto Madre Teresa più di venti anni fa all'aeroporto di Bucarest - racconta -. Era una vera santa. Mi consegnò unamedaglietta della Madonna raccomandandomi di pregarla e diede labenedizione a mia figlia. Quella medaglietta ha fatto moltissimimiracoli. L'abbiamo pregata anche per una ragazza che così si èsvegliata dal coma".

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: