giovedì 11 febbraio 2016
Da Roma sono ripartite le due urne: quella di Padre Pio è arrivata a Pietrelcina, nel suo paese natale, e quella di san Lepoldo fa sosta a Loreto. La Questura di Roma ha fatto sapere che sono state 500mila le persone ad aver pregato, davanti ai due santi.
Pietrelcina in festa per Padre Pio
Mgliaia di fedeli hanno raggiunto anche questa mattina la Basilica di San Pietro e hanno potuto pregare davanti alle teche con i corpi di Padre Pio e Leopoldo Mandic. La Questura ha stimato più di 500mila presenze nel periodo dell'ostensione a Roma dei due santi. Dopo la Messa celebrata in mattinata dal delegato pontificio per il Giubileo, l'arcivescovo Rino Fisichella le due urne sono ripartite, quella di Padre Pio verso Pietrelcina, dove arriva esattamente 100 anni dopo che il giovane frate se ne andò dal suo paese natale, e quella di San Lepoldo alla volta di Loreto.
La teca con le spoglie di Padre Pio, tornate a Pietrelcina (Benevento), è stata trasportata a spalla dai fedeli per un tratto di 50 metri prima di fare ingresso nella chiesetta dell'Olmo sotto al quale Padre Pio ricevette le prime stimmate. La reliquia del santo è stata salutata dagli applausi dei fedeli e di tutti i sindaci del Beneventano e delle massime autorità civili e militari della provincia. Ultima tappa del viaggio dopo Roma, Pietrelcina e Benevento Domenica 14 febbraio, alle 20, le spoglie mortali di san Pio da Pietrelcina arriveranno in processione nella Casa Sollievo della Sofferenza, l'opera da lui fortemente voluta e inaugurata il 5 maggio 1956. Le spoglie resteranno in ostensione fino al pomeriggio di martedì 16 febbraio.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: