giovedì 22 ottobre 2015
I LAVORI DEL SINODO Nella Relazione finale passi avanti sull'accoglienza (Luciano Moia) | DOSSIER
LA SINTESI Le relazioni dei circoli minori (Andrea Galli)

All'apertura della Congregazione di oggi nel Sinodo dei vescovi sulla famiglia, papa Francesco ha preso per primo la parola per fare un importante annuncio: l'istituzione di un nuovo dicastero per i laici, la famiglia e la vita. Su suggerimento del C9, il Consiglio dei cardinali suoi consulenti, il Pontefice ha deciso di riunire in un solo dicastero tre diversi organismi della Curia romana. Di questo nuovo dicastero aveva già parlato un membro del C9: il cardinale Oscar Andrès Rodriguez Maradiaga. Nell’organismo annunciato da Bergoglio confluiranno l'attuale Pontificio Consiglio per la famiglia, il Pontificio Consiglio per i laici e la Pontificia Accademia per la vita che dovrebbe restare autonoma.

Ha detto testualmente papa Francesco di fronte ai padri sinodali: "Ho deciso di instituire un nuovo dicastero con competenza sui laici, la famiglia e la vita, che sostituirà il Pontificio Consiglio per i laici e il Pontificio Consiglio per la famiglia e al quale sarà connessa la Pontificia Accademia per la vita”. A tale riguardo – ha aggiunto – “ho costituito un'apposita commissione che provvederà a redigere un testo che delinei canonicamente le competenze del nuovo dicastero, e che sarà sottoposto alla discussione del Consiglio di cardinali, che si terrà nel prossimo mese di dicembre".

La forma canonica del nuovo dicastero dovrà essere stabilito nella prossima riunione del Consiglio dei cardinali (C9) prevista a dicembre. In quell’occasione sarà probabilmente reso noto anche il nome del nuovo responsabile.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: