mercoledì 14 marzo 2018
Comincerà lunedì 19 marzo il Consiglio Permanente della Cei. Per la prima volta non si terrà la tradizionale prolusione
Comunicazione, giovani, migranti e pace nel Consiglio della Cei

Si svolge da lunedì 19 a mercoledì 21 marzo a Roma, presso la sede Cei a Roma, la sessione primaverile del Consiglio Episcopale Permanente. All'ordine del giorno, la preparazione dell'Assemblea Generale (Roma, 21-24 maggio) con, in particolare, la proposta di svolgimento del tema principale (Quale presenza ecclesiale nell'attuale contesto comunicativo).

Approfondimenti - comunica la Cei in una nota - saranno dedicati a contenuti e iniziative della Chiesa italiana nel cammino verso il Sinodo dei Vescovi (I giovani, la fede e il discernimento vocazionale), come pure all'incontro di riflessione e spiritualità per la pace nel Mediterraneo.

Sarà presentato anche un documento della Commissione Episcopale per le Migrazioni (Comunità accoglienti: uscire dalla
paura
).

Non ci sarà più la tradizionale "Prolusione" del presidente. La scelta è una volontà manifestata, fin dall'inizio del suo mandato, dal Presidente, il cardinale Gualtiero Bassetti. Si vuole privilegiare il dibattito rispetto a delle indicazioni da dare subito all'inizio della riunione. Lunedì si terrà dunque una introduzione, a porte chiuse.

Mentre saranno pubbliche le conclusioni, alle ore 12 di mercoledì 21 con diretta su Tv2000 e chiesacattolica.it, che punterà a “restituire” la ricchezza maturata nel discernimento collegiale. Immediatamente dopo, seguirà la conferenza stampa del Segretario Generale con la presentazione del Comunicato finale.

Immediatamente dopo, seguirà la conferenza stampa del Segretario Generale, monsignor Nunzio Galantino, con la presentazione del Comunicato

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: