martedì 13 marzo 2018
Aveva 24 anni, era eritreo. È arrivato malnutrito e con problemi respiratori, non è servito il trasferimento in ospedale
Sbarco di immigrati africani a Pozzallo, in un'immagine d'archivio (LaPresse)

Sbarco di immigrati africani a Pozzallo, in un'immagine d'archivio (LaPresse)

Tra i 91 migranti approdati ieri a Pozzallo a bordo della nave dell'Ong spagnola Proactiva Oper Arms, c'era un giovane eritreo di 24 anni arrivato in condizioni fisiche disperate: malnutrito e con problemi respiratori.

Appena sceso dalla nave è stato trasferito in ospedale a Modica; dopo qualche ora le sue condizioni sono peggiorate e il giovane è morto per fame e per la malnutrizione che da mesi ha contribuito a peggiorare il suo già precario quadro clinico. La salma si trova nella camera mortuaria dell'ospedale Maggiore.

Il giovane era sceso dalla nave, cosciente, ed era stato subito trasferito a Modica dove è deceduto all'alba di oggi. Aveva compiuto 24 anni il 6 marzo.

Altri tre giovani sono all'ospedale di Ragusa sempre in grave stato di deperimento.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: