sabato 14 luglio 2012
È in programma lunedì l'interrogatorio di don Giangiacomo Ruggeri, 43 anni, accusato di abusi nei confronti di una ragazzina di 13 anni. Il sacerdote è rinchiuso in isolamento nel carcere pesarese di Villa Fastiggi.

È in programma lunedì l'interrogatorio di don Giangiacomo Ruggeri, 43 anni, accusato di abusi nei confronti di una ragazzina di 13 anni. Il sacerdote è rinchiuso in isolamento nel carcere pesarese di Villa Fastiggi, dopo l'esecuzione dell'ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip di Pesaro Lorena Mussoni.

A supporto della decisione di arrestare il sacerdote, portavoce del vescovo di Fano, sarebbero delle immagini registrate dalla polizia all'interno di uno stabilimento balneare, Bagni Torrette a Fano, in cui si sarebbero osservati comportamenti del tutto inappropriati con la minorenne, tali comunque da configurare ipotesi di reato. È stato proprio il titolare della spiaggia a fare la denuncia, dalla quale è scattata l'indagine della magistratura, che continua ad avere uno strettissimo riserbo sulla quantità di prove a carico del sacerdote, al quale sono stati sequestrati un computer ed alcuni supporti digitali.La chiesa si appresta a ridurre don Giangiacomo Ruggeri allo stato laicale, "qualora dovessero emergere delle responsabilità chiare e definitive". Lo ha detto il vicario giudiziario della diocesi di Fano, don GiuseppeGuiducci, commentando la vicenda. IL MESSAGGIO DIFFUSO DAL VESCOVO DI FANOQuesto il testo del messaggio diffuso ieri da mons. Armando Trasarti: "Avendo appreso, tramite formale comunicazione dell'Autorità competente, la notizia delle indagini a carico del sacerdote Giangiacomo Ruggeri, di questa Diocesi, che hanno condotto alla sua custodia cautelare, il Vescovo esprime sconcerto e dolore per la gravità dell'accaduto e manifesta la sua piena solidarietà a chi è stato oggetto di abuso, con l'impegno di essere disponibile all'incontro e all'ascolto"."Le ipotesi di reato contestate, che andranno opportunamente verificate dalla competente Autorità giudiziaria, attengono comportamenti immorali su un minore. Il Vescovo manifesta, inoltre, piena fiducia nell'operato della Magistratura e rinnovata solidarietà alla Comunità cristiana così dolorosamente provata. Per tutti prega perché il Signore illumini e conforti. In conformità alla disciplina canonica e in particolare alle Linee guida della Congregazione per la Dottrina della Fede, si dispone, nei confronti del Sacerdote, la sospensione da ogni ministero pastorale e da ogni atto sacramentale, nonché la revoca immediata della facoltà di ascoltare le confessioni sacramentali" CHI E' DON RUGGERIÈ un sacerdote-giornalista, esperto di new media, da sempre impegnato con i ragazzi, tanto che nel 2001 è stato nominato vice direttore del Servizio nazionale per la Pastorale giovanile della Cei. Dal 2007 è ancheassistente ecclesiastico regionale dell'Associazione cattolica Guide e Scout d'Europa, branca Scolte. Parroco di Santa Maria a Orciano dal 2008, da tempo collaboratore di Avvenire, dal 1994 al 2000 è stato vice parroco presso la parrocchia S. Famiglia in Fano. Ha insegnato religione cattolica nel Liceo classico, linguistico e artistico di Fano fino al 2000.Nel 1996 è stato nominato direttore dell'Ufficio Diocesano di Pastorale giovanile, un incarico che ha retto fino al 1999. Rientrato nella diocesi di Fano nell'ottobre del 2002 dopo l'esperienza alla Cei, è stato nominato direttore del Centro Diocesano Vocazioni. È docente di Teologia e Pastorale della Comunicazione eresponsabile dell'Ufficio stampa dell'Istituto Teologico Marchigiano. Ha una licenza in teologia pastorale, nel settore della Teologia della comunicazione, nel 2007, presso la Pontificia Università Lateranense in Roma.Sempre nel 2007 è stato nominato direttore dell'Ufficio comunicazioni sociali e portavoce del vescovo mons. Armando Trasarti. Dal 2010 insegna Teologia della comunicazione ed Etica dei new media presso l'Istituto Superiore di Scienze Religiose "A. Marvelli" di Rimini. Da un anno amministra anche la parrocchia di Santa Lucia in Piagge.

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: