sabato 28 marzo 2020
L'iniziativa del'Anci: alle 12 i sindaci con la fascia tricolore e le bandiere a mezz’asta in segno di lutto davanti ai municipi. E Rai 5 trasmette il concerto di Pasqua del 2011 per l'Unità d'Italia
Il tricolore alle finestre a Roma

Il tricolore alle finestre a Roma - Lapresse

COMMENTA E CONDIVIDI

Un minuto di silenzio in tutti i Comuni per le vittime del coronavirus. Il presidente dell’Associazione nazionale comuni italiani (Anci) e sindaco di Bari Antonio De Caro rilancia una proposta del suo collega di Calcinate nonché presidente della Provincia di Bergamo Gianfranco Gafforelli: a mezzogiorno i primi cittadini d’Italia, con la fascia tricolore e le bandiere a mezz’asta in segno di lutto, hanno sostato davanti ai rispettivi municipi in silenzio per partecipare al dolore di tante famiglie che hanno perso i loro cari e «in segno di solidarietà con le comunità che stanno pagando il prezzo più alto» nonché «per onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari, per abbracciarci idealmente tutti, per essere di sostegno l’uno all’altro».

Anche la Santa Sede annuncia: «in solidarietà con l’Italia, la Santa Sede esporrà le bandiere a mezz’asta, a lutto, per esprimere la propria vicinanza alle vittime della pandemia in Italia e nel mondo, alle loro famiglie e a quanti generosamente lottano per porvi fine».

Un’ennesima cerimonia a distanza forzata, tuttavia significativa per ricordare i morti che spesso non hanno avuto commemorazione pubblica. Decaro ha scritto ai colleghi per chiedere la condivisione dell’iniziativa: «Come sempre nelle grandi emergenze noi sindaci, rappresentanti istituzionali più prossimi ai cittadini, siamo la prima linea, sottoposti alla forte pressione del carico di responsabilità di una comunità intera. Una pressione che non deve schiacciarci».

La Rai ha raccolto l'invito dell'Anci e martedì alle 12 le reti generaliste e la radio osserveranno un minuto di silenzio. Eccezionalmente Rai 5 trasmetterà il concerto di Pasqua organizzato dal progetto Omaggio all'Umbria nel 2011 in occasione dei 150 anni dell'Unità d'Italia con la esecuzione della Messa di Requiem di Giuseppe Verdi eseguita dai complessi artistici del Maggio Musicale Fiorentino diretti da Zubin Mehta.

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI

ARGOMENTI: