mercoledì 14 febbraio 2018
Il sindaco Sala lo ha voluto incontrare e ringraziare, insieme all'operatrice dell'Atm che è riuscita a bloccare il treno in arrivo con prontezza di spirito.

"Ho fatto una cosa che mi sembrava giusto fare". Lorenzo Pianezza, il 18enne che ha salvato a Milano un bambino di due anni e mezzo caduto sui binari della metropolitana di Milano, risponde così al giornalista che lo ha contattato al telefono.

"Un bimbo così piccolo, una mamma disperata...", aggiunge il giovane rifiutando i panni da eroe che il suo gesto, immortalato dalle telecamere della sorveglianza, gli ha appiccicato addosso. "Anche i miei genitori mi hanno detto che sono contenti di me", è l'unico compiacimento che traspare dalle parole del ragazzo.

Sono le 15 di ieri quando le telecamere della fermata Repubblica, sulla linea tre della metropolitana, lo immortalano mentre si toglie lo zaino con i libri di scuola, si cala sui binari e vi riemerge, dopo aver restituito alla madre il figlio. "Mi sono detto - racconta il giovane -: ce la faccio, salto giù, lo prendo e riesco a risalire". E ci è riuscito. Dimostrando coraggio e sangue freddo. Lorenzo ha però anche aggiunto: "Senza l'intervento dell'Atm, non penso che avrei avuto il tempo di uscire dai binari". Claudia Castellano, operatrice dell'Azienda trasporti milanese infatti, con prontezza di spirito, ha fermato la circolazione del treno subito dopo avere visto la scena sui monitor di controllo.

"Penso che 9 persone su 10 avrebbero fatto quello che ho fatto io - spiega Lorenzo - non pensavo davvero che scoppiasse tutto questo clamore. Pensavo che alla gente non gliene importasse niente e invece sono onorato per tutte queste chiamate che ricevo, non sono mai stato al centro dell'attenzione"

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, gli ha parlato questa mattina al telefono. Sala gli ha chiesto di incontrarlo insieme all'operatrice "L'ho sentito stamattina. È stato un gesto molto coraggioso e di buon senso. C'è bisogno di questi piccoli grandi esempi". L'incontro poi c'è stato, nel pomeriggio. Dopo il sindaco ha scritto su Facebook: "Pochi minuti fa ho ricevuto a Palazzo Marino Lorenzo e Claudia, i due ragazzi che ieri hanno salvato il bambino caduto tra i binari nella metropolitana. Li ho ringraziati calorosamente, sicuro di parlare a nome di tutti i milanesi".

"Il sindaco mi ha ringraziato, abbiamo parlato dell'accaduto e mi ha chiesto la mia versione dei fatti. L'ho ringraziato io per avermi convocato", ha detto Lorenzo al termine dell'incontro in forma privata avvenuto a Palazzo Marino assieme ai suoi genitori: "Mia mamma è molto orgogliosa, sono tutti molto orgogliosi. Non sapevo se la metro sarebbe arrivata o meno, sono andato pensando che ce la facevo e ce l'ho fatta".

"La mamma del bambino mi ha già ringraziato, l'importante è che il figlio sia di nuovo tra le sue braccia - ha concluso il ragazzo - L'importante è che ho salvato suo figlio, il resto poco importa".

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: