mercoledì 14 marzo 2018
Viaggio tra i siti più inquinati e abbandonati. E c'è anche il "parco giochi" che frana e una discarica non più attiva

Nord est di Bari. Prima andiamo su un terreno dove, a scavare appena con le mani, saltano fuori rifiuti farmaceutici e ospedalieri sversati negli anni Ottanta fino ai primi Novanta.

Poi andiamo in una discarica abbandonata, dov’è rimasto lo “scheletro” della struttura che era all’ingresso e soprattutto ancora la “pesa” per i camion.

E infine saliamo sopra una collinetta di rifiuti (a quasi tre chilometri dal centro abitato) bonificata, o forse solo messa in sicurezza, sulla quale avevano costruito un parco giochi con fondi della Comunità europeo, ma il cui terreno smotta e cede e nemmeno le stesse panchine sono più orizzontali e allineate.

© Riproduzione riservata