mercoledì 16 maggio 2018
È polemica, a Casatenovo, nel Lecchese, sulla scelta di un parroco per la sicurezza dei bambini che frequentano i cortili della parrocchia durante le vacanze estive
Foto Siciliani

Foto Siciliani

La novità tecnologica all'oratorio solleva plausi ma anche polemiche. Forse perché non tutti hanno capito il vero senso pratico della scelta del don, ovvero un "braccialetto elettronico" per i bambini che vogliono entrare in tutta sicurezza e prendere parte all'attività dell' oratorio di Casatenovo nel Lecchese. Una novità tecnologica all'insegna della sicurezza, quindi, che sarà introdotta per l'estate e ora in via sperimentale.

Consentirà ai genitori - pur senza geolocalizzazione - di sapere dove si trova il proprio figlio. Ovviamente nulla ricorda lo strumento usato dai detenuti: è un oggetto in stoffa, colorato, che servirà per gli ingressi, le uscite, le iscrizioni, le operazioni di segreteria e così via.

Si chiama 'Sansone 2.0', è una novità assoluta per la provincia lariana ma il braccialetto è già stato usato l'anno scorso in altre parrocchie della Diocesi di Milano e in Lombardia. "Scordiamoci la polemica relativa ai dipendenti di Amazon. Qui i ragazzi vengono per divertirsi, non certo per lavorare -dichiara don Perego, vicario della pastorale giovanile di Casatenovo. Nessun controllo eccessivo, ma solo una maggiore sicurezza per le famiglie e i bambini".

© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: