Il caso. Presepe profanato nello Spezzino


venerdì 1 gennaio 2016
Nel borgo di Pitelli il Bambinello è stato impiccato davanti alla grotta. Sull'episodio indaga la Digos. Il vescovo Palletti: gesto da condannare.
Qualcuno ha "profanato" il presepe, preso il bambolotto usato nel ruolo di Bambinello e lo ha impiccato con una corda davanti alla natività. È accaduto nella notte tra il 30 e il 31 nel piccolo borgo di Pitelli, sulle colline della Spezia. Sul gesto indaga la Digos. A notare il bambolotto impiccato sono stati alcuni passanti che lo hanno segnalato alla polizia. Il bambinello è stato poi ricollocato nel presepe che è stato allestito dai cittadini anche per raccogliere fondi per la ricerca sulla leucemia. Il vescovo Luigi Ernesto Palletti ha scritto una lettera al parroco di Pitelli, don Giovanni Tassano, per condannare il gesto ed esprimere la solidarietà a tutta la comunità di Pitelli. "Ho appreso con vivo dolore la notizia dell'atto sacrilego compiuto la scorsa notte ai danni dell'effige di Gesù bambino. Se per il cristiano è un richiamo alla luce del mistero del Figlio di Dio che si è fatto uomo, ogni altra persona in sincera ricerca della verità non può non vedere in esso la bellezza di una vita che nasce. Il gesto deve essere da tutti condannato".
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: