giovedì 13 ottobre 2016
Adotta un guglia, come aiutare il restauro del Duomo di Milano
L’iniziativa "Adotta una guglia-Scolpisci il tuo nome nella storia" compie quattro anni. E grazie ad oltre 4.000 donatori ha raccolto più di 6 milioni di euro per il Duomo di Milano La generosità dei milanesi ha permesso alla Veneranda Fabbrica del Duomo di portare a compimento tanti lavori essenziali per la conservazione del monumento simbolo della città. Molto, quindi, è stato fatto. Ma sono necessari ancora parecchi interventi. La Veneranda Fabbrica lancia dunque un nuovo appello, non solo ai singoli cittadini, ma anche ad aziende, istituzioni e realtà locali per nuove donazioni
Le proposte sono numerose e le più varie. Si va dall’offerta in denaro online, tramite i tradizioni canali bancari o presso l’ufficio donazioni, alla possibilità di lasciti di beni e opere d’arte, alla condivisione di un intervento benefico tra dipendenti delle aziende, all’organizzazione di eventi non solo tra le terrazze della cattedrale, ma pure al grande Museo, nella chiesa di San Gottardo in Corte o nell’affascinante Archivio storico. A fianco di queste iniziative non mancano le "bomboniere solidali" per battesimi, matrimoni, comunioni, cresime o lauree e i semplicissimi acquisti al Duomo shop con idee natalizie tra le quali il "panettone del Duomo".
Lavori in corsoSulle Guglie della Cattedrale si contano più di 1.800 statue per la maggior parte alte 17 metri che sono molto fragili per la loro struttura esile. La sottile trama di marmo rosa di Candoglia subisce gli effetti dell’erosione termica, dell’inquinamento, degli agenti atmosferici e dell’esposizione al sole su un unico lato. A questi danni si aggiungono l’arrugginirsi dei perni, la perdita di sigillatura e le infiltrazioni d’acqua piovana. Grazie alle donazioni finora sono 18 i cantieri aperti. I lavori si sono concentrati sulla Guglia Maggiore i cui ponteggi sono scesi a 75 metri ed è in via di completamento il restauro della Guglia del Beato Bescapè attorno alla quale le impalcature sono quasi del tutto smontate. È stata invece ultimata la copertura della Terrazza Centrale di cui sono state smontate e rifatte le lastre del pavimento.
© Riproduzione riservata

ARGOMENTI: