lunedì 9 ottobre 2017
Un migliaio le persone che hanno aderito all'iniziativa a favore dell'approvazione della legge. Per partecipare basta iscriversi e dichiarare il giorno o i giorni in cui si vuole digiunare.
Archivio Ansa

Archivio Ansa

Il 3 ottobre più di 900 insegnanti hanno digiunato per un giorno a sostegno della nuova legge sulla cittadinanza. Una iniziativa che è stata rilanciata da un gruppo di parlamentari, che hanno dato vita a partire dal 5 ottobre a uno sciopero a staffetta al quale hanno aderito ormai un migliaio di persone.

L'obiettivo è tentare di tenere aperto uno spiraglio per ottenere l'approvazione della legge sullo ius soli temperato - ius culturae, che concede la cittadinanza a chi nasce in Italia da genitori stranieri in possesso di un permesso di soggiorno di lungo periodo oppure ai bambini e ragazzi che abbiano concluso un intero ciclo scolastico.

Il digiuno a staffetta - ogni partecipante si presume che digiuni un giorno intero - si protrarrà per tutto il mese di ottobre, fino a quando, cioè, il provvedimento non sarà discusso in Aula.

Per aderire si può comunicare la propria disponibilità qui (il sito è quello dei Radicali italiani), dichiarando in quanti e quali giorni. Si possono poi consultare gli elenchi degli aderenti e infine vedere giorno per giorno quante persone stanno digiunando per l'approvazione della legge.

© Riproduzione riservata