Questo sito usa cookie di terze parti (anche di profilazione) e cookie tecnici. Continuando a navigare accetta i cookie. Cookie policy
Attualità

Rimini. I 40 anni del Meeting. L'arcivescovo Zuppi: longevità legata ai volontari

Angelo Picariello mercoledì 3 luglio 2019

Sarà la presidente del Senato Elisabetta Alberti Casellati, domenica 18 agosto, ad aprire l’edizione numero 40 del Meeting. Correva l’anno 1980, e a Rimini si iniziavano a realizzare, in pieno agosto - senza più smettere da allora - ponti impensabili fra culture e religioni, intercettando un momento storico segnato dal poderoso intervento di un Pontefice che tanto ha contribuito ad abbatter il muro fra Est e Ovest, come ricorda collegato da Parigi Enrico Letta, presidente dell’Istituto Jacques Delors, che anche quest’anno sarà della partita. E prende spunto proprio da una poesia di Karol Wojtyla («Nacque il tuo nome da ciò che fissavi») il titolo di questa edizione, presentata ieri sera da monsignor Matteo Maria Zuppi, arcivescovo di Bologna, da Enrico Giovannini, portavoce dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, e dalla presidente Emilia Guarnieri.


Nutrita presenza politica, ci saranno i ministri Moavero, Tria e Bussetti

Nutrito anche il parterre: in prima fila, nel salone gremito della stampa estera ci sono fra gli altri Gianni Letta, Maurizio Lupi, (presidente dell’intergruppo sulla sussidiarietà), monsignor Alberto Ortega Martín, nunzio apostolico in Giordania e Iraq, il portavoce della Cei don Ivan Maffeis, il direttore dell’Osservatore Romano Andrea Monda e l’ambasciatore d’Italia presso la Santa Sede Pietro Sebastiani. Doveva intervenire anche Giancarlo Giorgetti, ma lo hanno trattenuto le trattative con l’Europa che lo chiamano in causa nella partita sulle nomine. Ma Giorgetti - chissà in quale veste, a questo punto - sarà anche uno degli ospiti nella nutrita pattuglia politica che si preannuncia anche per l’edizione di quest’anno: tre ministri (Moavero, Tria, Bussetti), il viceministro agli Esteri Emanuela Del Re, di M5s, i presidenti di Regione Toti, Fontana, De Luca, Ceriscioli e Fedriga, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il presidente dell’Anci Antonio Decaro. Fra le presenze istituzionali quella del vicepresidente del Csm David Ermini, del presidente della Consob Paolo Savona, dalla vicepresidente della Consulta Marta Cartabia, del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, a confronto con la segretaria della Cisl Annamaria Furlan. Sul versante ecclesiale spicca il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, che dialogherà con i giovani sul tema "Non fatevi rubare i sogni, sono il futuro". Fra i tanti che si interrogano su un "miracolo" che si ripete da 40 anni c’è anche monsignor Zuppi. Che dà una sua spiegazione per questa longevità nell’impegno dei volontari. E nella capacità di guardarsi negli occhi, che il Meeting evoca, «in un mondo in cui tutti sono presi solo da se stessi».