giovedì 19 settembre 2019
Il teatro Patologico in Sudafrica. Per l'anno della cultura Italiana in Africa, la struttura diretta da Dario D'Ambrosi e che vede protagonisti attori diversamente abili porterà Medea a Johannesburg
La Medea del Teatro patologico in Sudafrica
COMMENTA E CONDIVIDI

Il teatro Patologico sbarca in Sudafrica. In occasione dell'anno della cultura Italiana in Africa, infatti, la struttura stabile romana - diretta da Dario D'Ambrosi e che vede protagonisti gli attori diversamente abili, che sono oltre tutto studenti del primo corso universitario al mondo di Teatro Integrato dell'Emozione, promosso dal Teatro Patologico in collaborazione con l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata - porterà in scena a Johannesburg il fortunato spettacolo "Medea", per la regia dello stesso D'Ambrosi. L'opera, nella versione del Teatro Patologico, è stata già presentata a Tokyo, Londra (vincendo anche il Wiltons Price come miglior spettacolo straniero), New York (presso la sede delle Nazioni Unite e il famoso Teatro Cafè LaMama) e Bruxelles (presso il Parlamento Europeo). Il 27 e il 28 settembre la tragedia sarà in scena a Johannesburg, location scelta perché la città sudafricana è stata l'epicentro della lotta contro l'apartheid, l'odiosa separazione tra bianchi e neri superata anche grazie all'opera di un grande leader come Nelson Mandela. C'è una lotta per l'inclusione anche nell'impegno portato avanti dal Teatro Patologico. D'Ambrosi e i suoi collaboratori, infatti, da anni si battono per concedere una chance a ragazzi e ragazze con handicap psichici che nel teatro trovano una forma di espressione e di riscatto, oltre che un momento terapeutico per le loro patologie.

Nello staff del regista e attore (che ha al suo attivo vari film per il cinema e la tivù, c'è anche il regista Francesco Giuffrè (figlio del celebre attore Carlo Giuffrè). D'Ambrosi in Sudafrica condurrà anche un workshop presso il centro per disabili Little Eden di Johannesburg, lavorando con ragazzi diversamente abili sudafricani, partendo da uno studio del "Tito Andronico" di Shakespeare. La trasferta sudafricana è stata presentata giovedì 19 settembre a Roma, nella sala "Laudato si" in Campidoglio alla presenza della Sindaca di Roma Virginia Raggi, di Shirish Soni, ambasciatore della Repubblica del Sudafrica in Italia, degli attori Claudia Gerini e Sebastiano Somma.

Dario D'Ambrosi e Virginia Raggi durante la presentazione in Campidoglio della trasferta sudafricana

Dario D'Ambrosi e Virginia Raggi durante la presentazione in Campidoglio della trasferta sudafricana


"Questo progetto - ha detto D'Ambrosi - organizzato dall'Istituto Italiano di Cultura di Pretoria in collaborazione con il Market Theatre Foundation, sarà un momento importante della cultura italiana in Africa. Vogliamo seguire l'esempio del Papa che con il recente viaggio in Africa ha voluto portare al continente un messaggio di pace, dimostrando la grande possibilità di integrazione sociale offerta dal teatro".

© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI