venerdì 5 marzo 2021
Risaliti gli ascolti grazie a cover e duetti, stasera la finale delle Nuove proposte. Il Covid blocca Simona Ventura e Amadeus dimentica l'autrice di Gesubambino
Amadeus e il cantante dei Negramaro Giuliano Sangiorgi per l'omaggio a Lucio Dalla

Amadeus e il cantante dei Negramaro Giuliano Sangiorgi per l'omaggio a Lucio Dalla - La Presse

COMMENTA E CONDIVIDI

Ascolti in risalita, boccata di ossigeno

Dopo la serata dei duetti e delle cover che ha ridato un po' di fiato agli ascolti di questo Festival al di sotto delle aspettative e in calo rispetto alla direzione e conduzione pre-Covid di Amadeus dello scorso anno (10.596.000 pari al 42.4% di share nella prima parte e 4.369.000 con il 50.6% nella seconda contro i 13.533.000 con il 53.6% e i 5.636.000 con il 57.2%), riflettori puntati sul primo verdetto, quello del vincitore tra le Nuove proposte, previsto nella prima parte della serata per lasciare poi spazio alla esibizione di tutti i 26 Big. Tra gli ospiti di questa penultima maratona notturna ci saranno la co-conduttrice Barbara Palombelli con un monologo sulle donne e la direttrice d'orchestra Barbara Venezi a presentare le parti dedicate alle Nuove proposte. Quindi una performance di Mahmood e due di Alessandra Amoroso: una insieme a Matilde Gioli dedicata ai lavoratori del mondo dello spettacolo e una con Emma.

L'appello di Alessandra Amoroso

«Ci siamo! Poche ore e sarò al teatro Ariston - dice Alessandra Amoroso -. Il palco di Sanremo mi fa sempre un po' paura ma questa volta non sarò sola, porterò con me un pezzetto della mia "famiglia itinerante", quella formata dalle persone che ho scelto in questa vita fatta di musica, di note, di cuori che battono, voci che urlano, sudore che scende e sacrifici. In questo momento in cui le luci di (quasi) tutti i palchi sono spente, le accenderemo proprio su di loro e per loro, per questa famiglia che rende il mio sogno il mestiere più bello del mondo attraverso la sua professionalità. Mi chiamo Alessandra Amoroso e nella vita faccio la cantante».

Ibra motociclista

Sul palco tornerà anche Zlatan Ibrahimovic, che ieri sera aveva suscitato suspence (nello staff) e incredulità raccontando il rocambolesco arrivo all'Ariston da Milano, accompagnato da un motociclista fermato in autostrada. E, in conferenza stampa, è tornato sulla vicenda. «Ieri è stata una giornata incredibile, potrei fare un film», ha raccontato. «Abbiamo trovato un incidente in autostrada - ha spiegato -, siamo stati fermi tre ore in una macchina, un po' di stress mi è arrivato perché ho detto: Ama senza Ibra non ce la fa. Ero da sette ore nel pullmino. Fuori dalla macchina trovo questo motociclista e la storia la sapete. Ma pensavo nessuno mi credesse. E allora ho fatto i filmati. Sapevano solo il mio autista e il mio braccio destro. Avevo addosso un Gps così se questa persona mi portava da qualche altra parte qualcuno l'avrebbe saputo. Poi ho notato che non guidava bene e allora gli ho detto: “Fai guidare me, così io non ho paura e tu non hai responsabilità”. Ma lui mi ha detto di no. Quando siamo arrivati mi ha detto che non aveva mai guidato in autostrada. Gli ho detto di non preoccuparsi, che aveva fatto un buon lavoro».

Il Covid blocca Simona Ventura

E per un Ibra che racconta il suo ritorno all'Ariston, un'altra ospite che a Sanremo non ci potrà andare. Simona Ventura, che avrebbe dovuto accompagnare Amadeus sul palco per una parte della finale di domani, è infatti risultata positiva al Covid-19. «Sono rattristato nel dover dire che Simona Ventura è risultata positiva al Covid. Grazie a Dio sta bene», ha annunciato il direttore artistico. «Purtroppo - ha aggiunto, riferendosi anche alla vicenda di Irama - dobbiamo combattere con cose che mai avremmo immaginato in passato. Faccio un grandissimo in bocca al lupo a Simona, la cosa più importante è che stia bene e torni a lavorare. Ti abbraccio forte, Simona, magari accadrà un'altra volta».

Orietta, Le Deva e il belcanto

Intanto è ancora forte l'eco della serata tradizionalmente più amata dal pubblico, quella dei duetti e degli amarcord c e on i vecchi successi del passato rivisitati. Molto apprezzata è stata l'interpretazione del capolavoro di Sergio Endrigo Io che amo solo te da parte di Orietta Berti insieme al quartetto vocale delle Deva. «Prima di salire sul palco Orietta ci ha fatto il suo grande in bocca al lupo, come se tutte quante fossimo una cosa unica – raccontano Laura Bono, Greta Manuzi, Roberta Pompa e Verdiana Zangaro –. È stato emozionante e probabilmente questa coesione fra tutte noi è arrivata forte e chiara anche al pubblico e all’orchestra, che ci ha messe al 2° posto. Il fatto di essere state votate e apprezzate così tanto da professionisti della musica ci inorgoglisce e rende ancora più felici per quello che siamo riuscite a fare: il bel canto finalmente ha vinto su tutto. Siamo immensamente grate a Orietta, al nostro team, alla vita e alla musica».

Lo sgarbo di Amadeus a Gesubambino

Ancora più soddisfatto non può che essere Ermal Meta che ieri sera ha fatto l'en-plein. Ha vinto la serata delle cover interpretando ottimamente e con l'intensità necessaria l'impervio capolavoro di Lucio Dalla Caruso e ha consolidato la prima posizione nella classifica generale. Il suo personale omaggio a Dalla a notte fonda ha fatto il paio con quello di apertura di serata fatto dai Negramaro e dal Festival per celebrare il 50° anniversario del terzo posto e della "vittoria morale" di Gesubambino, ribattezzata dallo stesso Dalla con la propria data di nascita (4/3/1943) per via della censura della Rai e della organizzazione del Festival al testo della paroliera Paola Pallottino, co-artefice di quel memorabile brano entrato nella storia della canzone italiana e internazionale. Peccato soltanto che il direttore artistico, nell'annunciare l'omaggio a Dalla, si sia dimenticato di citare l'autrice di quel componimento così innovativo e rivoluzionario. Versi che ricevettero dal Comune di Sanremo, attraverso un'apposita commissione presieduta da Mario Soldati, il premio speciale per il miglior testo.

Ermal Meta tra Caruso e il primo posto

Ecco la classifica della terza serata, mentre quella generale provvisoria alla vigilia del rush finale di stasera e domani vede Ermal Meta al primo posto. A seguire, fino alla decima posizione: Arisa, Irama, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Extraliscio feat. Davide Toffolo, Orietta Berti e Maneskin.

Classifica della serata dei duetti e delle cover

1) ERMAL META con NAPOLI MANDOLIN ORCHESTRA "Caruso"
2) ORIETTA BERTI con LE DEVA "Io che amo solo te"
3) EXTRALISCIO feat DAVIDE TOFFOLO con PETER PICHLER "Medley Rosamunda"
4) WILLIE PEYOTE con SAMUELE BERSANI "Giudizi universali"
5) ARISA con MICHELE BRAVI "Quando"
6) MANESKIN con MANUEL AGNELLI "Amandoti"
7) ANNALISA con FEDERICO POGGIPOLLINI "La musica è finita"
8) MAX GAZZÈ con DANIELE SILVESTRI e la MAGICAL MISTERY BAND "Del mondo"
9) LA RAPPRESENTANTE DI LISTA con DONATELLA RETTORE "Splendido splendente"
10) GHEMON con I NERI PER CASO - medley - L'Essere infinito (L.E.I.)
11) LO STATO SOCIALE con FRANCESCO PANNOFINO Ed EMANUELA FANELLI "Non è per sempre"
12) GAIA con LOUS AND THE YAKUZA "Mi sono innamorato di te"
13) IRAMA "Cyrano"
14) COLAPESCE DIMARTINO "Povera Patria"
15) FULMINACCI con VALERIO LUNDINI e ROY PACI "Penso positivo"
16) MALIKA AYANE "Insieme a te non ci sto più"
17) NOEMI con NEFFA "Prima di andare via"
18) MADAME "Prisencolinensinainciusol"
19) FRANCESCO RENGA con CASADILEGO "Una ragione in più"
20) FASMA con NESLI "La fine"
21) FRANCESCA MICHIELIN E FEDEZ - medley - "E allora felicità"
22) AIELLO con VEGAS JONES "Gianna".
23) BUGO feat PINGUINI TATTICI NUCLEARI "Un'avventura"
24) GIO EVAN con i cantanti di THE VOICE SENIOR "Gli anni"
25) RANDOM con THE KOLORS "Ragazzo fortunato"
26) COMA_COSE con ALBERTO RADIUS e MAMAKASS "Il mio canto libero"



© Riproduzione riservata
COMMENTA E CONDIVIDI