Passa a livello superiore
Accesso
Elogi A cura di Umberto Folena
stampa quest'articolo segnala ad un amico feed
 
GIUSTO COMPENSO
 
 
Curiosa epoca codesta in cui a chi svolge un lavoro intellettuale viene chiesto di svolgerlo gratis. Già la parola "intellettuale" induce al sospetto: ciò che non si tocca né si pesa né si misura quale valore commerciale potrà mai avere? Eppure c'è chi pretende di farsi pagare perché sa leggere, scrivere e parlare, cose che sanno far tutti. Giornalisti, attori, registi, scrittori, cantastorie, cantanti e altri artigiani del gesto e della parola. Oppure sì, ti offrono qualcosa, ma con il tono di chi ti fa l'elemosina: lei non se lo meriterebbe e lo sa, ma voglio essere generoso, prenda. Ti vien voglia di replicare: recitatelo da te questo Shakespeare, in fondo che ci vuole? E scrivitelo tu l'articolo per la tua prestigiosa rivista, davvero assai prestigiosa, infatti tutti fanno a botte per poterci scrivere gratis e anzi, guardi, accetti che sia io a pagare lei per la splendida opportunità. Ma tornerà il giorno in cui la gente saprà essere riconoscente verso chi offre un pensiero originale o fa brillare un'emozione, scuotendo un angolo del cuore rimasto a lungo inerte. Tornerà il tempo del giusto compenso, quando tornerà il gusto del tempo ben speso. Tornerà, per chi costruisce meraviglie materiali e chi edifica architetture immateriali. Per tutti gli artigiani che sono anche artisti ma zitti, meglio non dirlo.

© riproduzione riservata
​​
Banner-Iniziativa-Avvenire-Carita-Papa-300x125-TERZO.GIF​​​