Accesso
Santa Marta
Santa Marta
​ Il Pontefice ha sottolineato che ciò che distingue il giudizio di Dio dal nostro non è l’onnipotenza ma la misericordia.
Alessandro Gisotti - Radio Vaticana
20 giugno 2016
Santa Marta
​Pregando il “Padre Nostro” sentiamo il suo sguardo su di noi. E’ quanto affermato da Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta. Il Papa ha sottolineato che, per un cristiano, le preghiere non sono “parole magiche” ed ha rammentato che “Padre” è la parola che Gesù pronuncia sempre nei momenti forti della sua vita.
Alessandro Gisotti - Radio Vaticana
16 giugno 2016
Santa Marta
​Saper pregare “per quelli che ci vogliono male” farà migliorare i nemici e renderà noi “più figli del Padre”. Con questa riflessione il Papa ha concluso l’omelia della Messa del mattino, celebrata in Casa S. Marta. Francesco ha affrontato il brano del Vangelo in cui Gesù esorta i discepoli a tendere alla perfezione di Dio, “che fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni”.
Alessandro De Carolis - Radio Vaticana
14 giugno 2016
Casa Santa Marta
​​La vita del cristiano si può riassumere in tre atteggiamenti: stare “in piedi” per accogliere Dio, in paziente “silenzio” per ascoltarne la voce, “in uscita” per annunciarlo agli altri. Così il Papa si è espresso all'omelia della Messa celebrata alla Casa Santa Marta.
Radio Vaticana, Alessandro De Carolis
10 giugno 2016
Santa Marta
​Volere “questo o niente” non è cattolico, è “eretico”. E’ il monito di Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta tutta incentrata sul “sano realismo” che il Signore ha insegnato ai suoi discepoli. Il Papa ha messo l’accento sul male che arrecano al popolo di Dio gli uomini di Chiesa che fanno il contrario di ciò che dicono. Quindi, ha esortato a liberarsi da un idealismo rigido che non permette di riconciliarci tra noi.
Alessandro Gisotti - Radio Vaticana
9 giugno 2016
Santa Marta
​La batteria del cristiano per fare luce è la preghiera. E' quanto affermato da Papa Francesco nella Messa mattutina a Casa Santa Marta.
Alessandro Gisotti - Radio Vaticana
7 giugno 2016
Santa Marta
Seguire e vivere le Beatitudini, che come “navigatori” indicano ai cristiani il giusto itinerario della vita. È l’invito che Papa Francesco ha rivolto durante l’omelia della Messa del mattino celebrata in Casa Santa Marta.
Alessandro De Carolis - Radio Vaticana
6 giugno 2016
Santa Marta
​Se “imparassimo il servizio e ad andare incontro agli altri”, come “cambierebbe il mondo”. È la considerazione con cui Papa Francesco ha concluso l’omelia della Messa del mattino celebrata in Casa S. Marta. Il Papa ha dedicato la sua riflessione alla Madonna, nel giorno conclusivo del Mese mariano. Servizio e incontro, ha detto, fanno sperimentare una “gioia” che “riempie la vita”. Il servizio di Coraggio femminile, capacità di andare incontro agli altri, mano tesa in segno di aiuto, sollecitudine. E soprattutto gioia, di quelle che riempiono il cuore e danno alla vita senso e direzione nuovi.
Alessandro De Carolis - Radio Vaticana
31 maggio 2016
Santa Marta
Nel suo cammino di fede, la Chiesa e ogni cristiano devono badare a non chiudersi in un sistema di norme, ma a lasciare spazio alla “memoria” dei doni ricevuti da Dio, al dinamismo della “profezia” e all’orizzonte della “speranza”.
Alessandro De Carolis, Radio Vaticana
30 maggio 2016
Messa a Santa Marta
È una strada che si può percorrere solo se a sostenerla sono quattro elementi imprescindibili: coraggio, speranza, grazia, conversione.
Alessandro De Carolis
24 maggio 2016
2016-premio-candida-300x125.gif


popotus-prima.png