Accesso
Santa Marta
Santa Marta
Sergio Centofanti - Radio Vaticana
30 giugno 2014
Santa Marta
​ “Quando noi arriviamo, Lui c’è. Quando noi lo cerchiamo, Lui ci ha cercato prima. Lui è sempre avanti a noi, ci aspetta per riceverci nel suo cuore, nel suo amore. E queste due cose possono aiutarci a capire questo mistero dell’amore di Dio con noi. Per esprimersi ha bisogno della nostra piccolezza, del nostro abbassarci".
Alessandro De Carolis, Radio Vaticana
27 giugno 2014
Santa Marta
​Gesù, ha osservato il Papa, era seguito dalle folle perché “erano stupite dal suo insegnamento”, le sue parole “davano stupore al loro cuore, lo stupore di trovare qualcosa buona, grande”.
Alessandro Gisotti, per Radio Vaticana
26 giugno 2014
Santa Marta
​Giovanni preparava la strada a Gesù “senza prendere niente per sé. Era un uomo importante: “la gente lo cercava, lo seguiva perché le parole di Giovanni erano forti”. 
Alessandro Gisotti, per Radio Vaticana
24 giugno 2014
Santa Marta
​L'omelia a Santa Marta: Dio è “l’unico giudice” e chi giudica è un usurpatore e finirà vittima della sua mancanza di misericordia.
Alessandro De Carolis, Radio Vaticana
23 giugno 2014
20 giugno 2014
​Le ricchezze sono buone e servono per fare tante cose buone, per portare avanti la famiglia: questo è vero! Ma se tu le accumuli come un tesoro, ti rubano l’anima! Gesù, nel Vangelo, torna su questo argomento, sulle ricchezze, sul pericolo delle ricchezze, sul mettere le speranze nelle ricchezze”.
20 giugno 2014
Santa Marta
​La porta di uscita per i corrotti, per i corrotti politici, per i corrotti affaristi e per i corrotti ecclesiastici: chiedere perdono!
Alessandro Gisotti - Radio Vaticana
17 giugno 2014
Santa Marta
La corruzione è proprio il peccato a portata di mano, che ha quella persona che ha autorità sugli altri, sia economica, sia politica, sia ecclesiastica. Tutti siamo tentati di corruzione.
Alessandro De Carolis, Radio Vaticana
16 giugno 2014
Santa Marta
«​Quando il Signore dà una missione, sempre fa entrare noi in un processo, un processo di purificazione, un processo di discernimento, un processo di obbedienza, un processo di preghiera».
Alessandro De Carolis - Radio Vaticana
13 giugno 2014
Santa Marta
Tre criteri: un criterio di realismo, un criterio di coerenza, cioè non ammazzare ma nemmeno insultare, perché chi insulta ammazza, uccide; e un criterio di filiazione: non si può parlare con il Padre se non posso parlare con il mio fratello.
Alessandro Gisotti, Radio Vaticana
12 giugno 2014
Bannernuovogi.gif
2014focsivnew.gif