Passa a livello superiore
Accesso
Angelus
Un appello all’umanità contro le continue stragi di migranti: così Papa Francesco, all’Angelus in piazza San Pietro, ha ricordato un dramma che si consuma ogni giorno sotto gli occhi di tutti. Cambiare il cuore per non essere contro-testimonianza.
Udienza 26 agosto
​Di 24 ore ne fanno 48: non so come fanno ma si muovono e lo fanno! C’è tanto lavoro in famiglia! Lo spirito della preghiera riconsegna il tempo a Dio.
Angelus 23 agosto 2015
​Ognuno di noi può chiedersi: chi è Gesù per me? È un nome, un’idea, soltanto un personaggio storico? O è veramente quella persona che mi ama che ha dato la sua vita per me e cammina con me? Per te chi è Gesù? Stai con Gesù? Cerchi di conoscerlo nella sua parola?
Udienza 19 agosto
Mmi rallegro tanto quando vedo che i governanti fanno tanti sforzi per trovare posti di lavoro e per cercare che tutti abbiano un lavoro. Il lavoro è sacro, il lavoro dà dignità a una famiglia. Dobbiamo pregare perché non manchi il lavoro in una famiglia.
Angelus 16 agosto
​E’ l’Eucaristia, che Gesù ci lascia con uno scopo preciso: che noi possiamo diventare una cosa sola con Lui.
Angelus 15 agosto
È​ bello pensare questo: che noi abbiamo un Padre che ci aspetta con amore, e che anche la nostra Madre Maria è lassù e ci aspetta con amore.
Udienza
Papa Francesco ha iniziato oggi all’udienza generale, nell’Aula Paolo VI in Vaticano, un percorso di riflessione su tre dimensioni che scandiscono il ritmo della vita famigliare: la festa, il lavoro, la preghiera. La catechesi odierna è stata dedicata alla festa.
Angelus
Il Papap: "Si potrebbe assistere anche ad un miracolo, ma se il cuore non si apre all'amore di Dio, la fede non sboccia". Dopo l'Angelus il ricordo di Hiroshima e Nagasaki: "Via le armi nucleari". E un appello del Papa contro le violenze nel Salvador.
L'angelus
Con Cristo, “pane di vita”, saziamo la fame spirituale e materiale dei nostri fratelli, annunciando il Vangelo “ovunque”. Lo ha detto Papa Francesco all’Angelus domenicale, davanti a tanti fedeli giunti in Piazza San Pietro nonostante il caldo d’agosto. Il Pontefice ha pure ricordato l’odierna festa del Perdono di Assisi, spiegando come anche la “vergogna” che proviamo durante la Confessione sia “una grazia che ci prepara all’abbraccio del Padre” misericordioso.
L'appello
L'appello per il gesuita e per i religiosi ortodossi: «Auspico il rinnovato impegno delle competenti autorità locali e internazionali, affinché a questi nostri fratelli venga presto restituita la libertà».

E-SINO-FAMA-CENT.jpg

auguripf.jpg

laudato-sii.jpg