Passa a livello superiore
Accesso
Omelia al santuario di Caacupé
​Maria è Madre e che è stata e sta rimane accanto ai suoi figli. È stata e rimane nei nostri ospedali, nelle nostre scuole, nelle nostre case. È stata e rimane con noi nel lavoro e nel cammino.
All'ospedale pediatrico Ninos di Asuncion
​Dobbiamo imparare da voi, dalla vostra fiducia, gioia, tenerezza. Dalla vostra capacità di lotta, dalla vostra fortezza. Dalla vostra imbattibile capacità di resistenza.
Il Papa alle autorità del Paraguay
Il Papa ricorda la dolorosa storia del Paraguay tra ‘800 e ‘900: “la sofferenza terribile della guerra, dello scontro fratricida, della mancanza di libertà e della violazione dei diritti umani”.
Centro di rieducazione Santa Cruz - Palmasola
La reclusione non vuol dire esclusione, ma parte di un processo di reinserimento nella società. Così il Papa nell’incontro con i detenuti del carcere di Palmasola di Santa Cruz de la Sierra, una delle ultime tappe boliviane prima della partenza per il Paraguay. L’istituto penitenziario è il più grande della regione: esteso 10mila metri quadrati, pur avendo una capienza di 800 posti, ospita attualmente 5mila persone.
Incontro mondiale del Movimenti Popolari
Bisogna cambiare il sistema economico mondiale e sostituirlo con la globalizzazione della solidarietà. E’ uno dei passaggi chiave del lungo e appassionato discorso di Papa Francesco al secondo Incontro mondiale del Movimenti Popolari a Santa Cruz della Sierra, in Bolivia.
Omelia a Santa Cruz de la Sierra
​Una vita che fa memoria ha bisogno degli altri, delle relazioni, dell’incontro, di una solidarietà reale che sia capace di entrare nella logica dell’accogliere, benedire e offrire; nella logica dell’amore.
Papa in Bolivia
A poche ore dal suo arrivo in Bolivia, nella cattedrale di La Paz, il Papa si è rivolto alle autorità civili. Francesco ha detto che "se la politica è dominata dalla speculazione finanziaria o l'economia si regge solo sul paradigma tecnocratico e utilitaristico... non si potranno risolvere i grandi problemi che affliggono l'umanità"
Bolivia cerimonia di benvenuto
Ad accoglierlo per la cerimonia di benvenuto, con un caloroso abbraccio, il presidente Evo Morales che ha definito Francesco "Papa dei poveri". Il Pontefice, da parte sua, ha lanciato un appello a proseguire nel cammino della coesione sociale.
Discorso al clero
Prima di lasciare la terra ecuadoregna, Francesco ha voluto immergersi nel quartiere povero di Tumbaco alla periferia di Quito, visitando la Casa di riposo delle Missionarie della Carità; poi l’incontro nel Santuario della Vergine del Quinche con il clero, i religiosi e i seminaristi: non entrate in carriera e non dimenticate le vostre radici, ha chiesto loro il Papa parlando interamente a braccio.
Discorso alla società civile a Quito
Guardando la famiglia, pensiamo alla società attraverso questi valori sociali che assorbiamo a casa: la gratuità, la solidarietà, la sussidiarietà

E-SINO-FAMA-CENT.jpg

auguripf.jpg

laudato-sii.jpg

ebook.gif