Passa a livello superiore
Accesso
Mondo
Elezioni regionali in 3 Land
Germania, avanza la destra anti-migranti
 
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print
​Frauke Petry, leader dell'Afd, Alternative fuer Deutschland (Lapresse)

La Cdu di Angela Merkel e i socialdemocratici della Spd hanno perso voti nelle elezioni che si sono tenute ieri in tre regioni della Germania, mentre hanno registrato un boom i populisti di destra di Alternativa per la Germania (AfD), stando a quanto emerge dagli exit poll diffusi dalle tv pubbliche Ard e Zdf alla chiusura delle urne. Si è votato in Renania-Palatinato, Baden-Württemberg e Sassonia-Anhalt.
 
Secondo le prime proiezioni, in Sassonia-Anhalt ha vinto la Cdu ottenendo fra il 29% e il 30,5%, mentre l'AfD si è attestato come seconda forza politica con consensi compresi fra il 21% e il 23%; in questo Land Alternativa per la Germania avrebbe risultati oltre le aspettative, superando Die Linke, che si è fermato fra il 16,5% e il 17%, e anche l'Spd che scivola al quarto posto ottenendo il 12% circa.

In Baden Württemberg, dove il governo uscente è dell'alleanza di Verdi e socialdemocratici, vincono i Verdi con il 32%, mentre l'Spd perde 10 punti fermandosi al 13% e la Cdu perde fino a 13 punti rispetto alle elezioni precedenti attestandosi intorno al 27% in questo Land tradizionalmente conservatore; sempre secondo gli exit poll, AfD ottiene in questo Land il 12,5% dei voti.

In Renania-Palatinato, invece, i socialdemocratici riescono a mantenere la leadership con il 37,5% dei voti, davanti ai conservatori che si fermano al 33% e ad Alternativa per la Germania che ottiene l'11% affermandosi come terza forza politica del Land.

Dopo una campagna elettorale dominata dalla crisi dei rifugiati, l'AfD è riuscito dunque a far valere il suo messaggio contro l'accoglienza dei richiedenti asilo ed entrerà in tutti e tre i Parlamenti regionali, così passerà a essere rappresentato nei Parlamenti di otto Stati federati. Le elezioni sono considerate un test per la gestione della crisi migratoria fatta dal governo guidato dalla cancelliera Angela Merkel.

Merkel: AfD è un problema in sé. Per Angela Merkel "AfD non costituisce un problema esistenziale per l'Unione, ma un problema in sé". Al confronto sui contenuti, bisognerà accompagnare "una chiara delimitazione per quel che riguarda una cooperazione politica". Nella soluzione della crisi dei profughi, per Merkel la gente attende dalla Cdu soluzioni concrete sulla sicurezza interna. A una domanda sull'ipotesi di porre in parlamento la questione di fiducia sul governo, la cancelliera ha risposto con un chiaro no, ricordando il consenso alla sua linea ottenuto al congresso Cdu di dicembre.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza