Passa a livello superiore
Accesso
Mondo
Istanbul
34 migranti annegati nell'Egeo, 7 erano bambini
 
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

​​​​

Altri due tragici naufragi nel Mar Egeo. FIno alla tarda sera il numero delle vittime era incerto: alla fine il conto è arrivato a 34, con almeno 7 bambini annegati mentre cercano una via di scampo dalla guerra siriana.

Nel primo incidente, avvenuto intorno alle 4 del mattino, è stata coinvolta una imbarcazione diretta all'isola greca di Lesbos, che si è rovesciata a causa del vento e delle onde. I cadaveri di 24 persone sono stati trovati su una spiaggia ad Ayvalik. La Guardia costiera turca è riuscita a salvare 8 dei migranti a bordo.

Nelle ore successive altri cadaveri sono stati trovati a Dikili. Secondo il quotidiano Cumhuriyet, facevano parte di un gruppo di 58 profughi, in maggioranza afghani e iraniani, a bordo di un'altra imbarcazione, dieretta sempre a Lesbos. Decine di persone sono state salvate dalla Guardia Costiera. Sui siti web dei media turchi sono state pubblicate foto agghiaccianti di bambini trovati morti sulla spiaggia. I corpi sono vestiti e indossano i giubbotti di salvataggio. I naufragi sono avvenuti per colpa delle avverse condizioni meteo.

Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), sono circa 700 le persone decedute e disperse lo scorso anno durante la traversata del Mar Egeo. Nel 2015, sempre secondo l'Oim, un milione di migranti è arrivato in Europa.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza