Passa a livello superiore
Accesso
Economia
Lavoro
Disoccupazione: a dicembre dato negativo
 
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

​​​​

A dicembre ci sono 21 mila occupati in meno rispetto al mese precedente. Lo rileva l'Istat. Tuttavia il dato resta positivo su anno, con 109 mila occupati in più su dicembre 2014. Dopo il calo di settembre (-0,2%) e ottobre (-0,2%) e la crescita di novembre (+0,2%), a dicembre 2015 la stima degli occupati diminuisce di 0,1 punti percentuali. Il calo è determinato dagli indipendenti (-54 mila) mentre crescono i dipendenti, in particolare quelli permanenti (+31 mila). Il tasso di occupazione, pari al 56,4%, rimane invariato rispetto a novembre.

La crescita della disoccupazione a dicembre è determinata dagli uomini (+2,3%), mentre si osserva un calo tra le donne (-1,4%). Il tasso di disoccupazione aumenta di 0,2 punti percentuali per la componente maschile attestandosi all'11,1%, mentre diminuisce di 0,1 punti per quella femminile arrivando all'11,8%. La stima degli inattivi tra i 15 e i 64 anni nell'ultimo mese diminuisce per la componente maschile (-0,8%) a fronte di un aumento per la componente femminile (+0,2%). Analogamente per il tasso di inattività si registra un calo per gli uomini (-0,2 punti percentuali) e un aumento per le donne (+0,1 punti).

Rispetto ai tre mesi precedenti, nel periodo ottobre-dicembre 2015 diminuiscono i disoccupati (-2,4%, pari a -70 mila), sono in lieve calo anche le persone occupate (-0,1%, pari a -26 mila), mentre crescono gli inattivi (+0,2%, pari a +32 mila). Sempre su base trimestrale, il tasso di disoccupazione rimane invariato per gli uomini mentre diminuisce per le donne (-0,5 punti). Il tasso di inattività è in lieve calo per la componente maschile (-0,1 punti) mentre cresce per quella femminile (+0,3 punti).

A dicembre il tasso di disoccupazione giovanile è pari al 37,9%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto al mese precedente e di 3,3 punti rispetto a un anno prima. Lo rileva l'Istat, sottolineando che l'incidenza dei disoccupati tra i 15 e 24 anni sul totale dei giovani della stessa classe di età è del 9,8% (cioè poco meno di un giovane su 10 è disoccupato), un tasso invariato rispetto a novembre. A dicembre c'erano 581 mila under 25 in cerca di un'occupazione. Si tratta dei minimi dal dicembre del 2012, quando il tasso di disoccupazione giovanile si era attestato al 37,7%.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza