Passa a livello superiore
Accesso
Cronaca
La strage
È morta Patricia, l'italiana dispersa a Bruxelles
 
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

"Carissimi amici, prima di tutto, grazie per il vostro sostegno, il vostro aiuto e quello dei vari paesi... Purtroppo Patricia non è più tra noi". Lo scrive su Facebook Massimo Leonora, il cugino di Patricia Rizzo, la funzionaria italo-belga dispersa a Bruxelles dopo gli attentati di martedì scorso.

"Purtroppo Patricia non è più tra noi. È dura...ma almeno ora abbiamo un punto fermo dopo questa interminabile corsa contro l'orologo per ritrovarti...", ha scritto Leonora in francese. "Pat...tu mi manchi, tu ci manchi...Ti amo".

La Farnesina conferma la notizia precisando che la nostra Ambasciata a Bruxelles continuerà ad assistere i familiari, residenti in Belgio.

LEGGI ANCHE Patricia gli altri: le storie di chi non si trova più

Della Rizzo, 48 anni, funzionaria dell'Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa) della Commissione europea, non si avevano notizie da martedì, dal momento dell'esplosione alla metropolitana di Maelbeek.

Sposata e mamma di un bimbo, Patricia, viveva in Belgio ma aveva origini italiane. La sua famiglia veniva da Calascibetta, in provincia di Enna.

Il lavoro del riconoscimento, così come per le altre vittime della metro, è stato lungo e penoso, reso ancora più difficile e straziante dalle condizioni in cui sono stati ritrovati alcuni corpi.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza