Passa a livello superiore
Accesso
Cronaca
Cortei
Giornata contro le mafie, l'Italia in piazza
Antonio Maria Mira
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

​​
Banner-Iniziativa-Avvenire-Carita-Papa-300x125-TERZO.GIF​​​

​Oggi a Messina sono circa 50mila a sfilare per le via e le piazze della cittá dello Stretto per la XXI Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie promosso da Libera e Avviso pubblico. Ma almeno altre 250mila in duemila localitá dal Nord al Sud del Paese parteciperanno a iniziative nel corso delle quali sará letto l'interminabile elenco di 900 vittime innocenti di tutte le mafie. Una scelta, quella di una manifestazione diffusa, sintetizzata nello slogan della Giornata: "Ponti di memoria, luoghi di impegno".

Qui a Messina ad aprire il corteo sono più di 500 familiari delle vittime provenienti da varie regioni ma anche da Messico, Argentina e Tunisia, perché la violenza mafiosa, lo sfruttamento dei più deboli non ha confini. In mezzo a tante mamme e papà, mogli e figli che stringono in mano le foto dei loro cari uccisi dai clan, don Luigi Ciotti, presidente di Libera. "Siamo qui ancora una volta per dire che é il noi che vince. Ma anche che non si costruisce la giustizia senza verità. E purtroppo il 75 per cento dei familiari non ha ancora avuto verità". E di fronte alle recenti accuse a Libera replica fermo: "Non ci sarà fango, diffamazione o calunnia che fermeranno il nostro impegno".

foto2_0_50417101.jpg

Dietro i familiari decine di gonfaloni e di sindaci con la fascia tricolore, la buona politica che è la migliore arma contro mafia e corruzione. E poi il lungo serpentone colorato di decine di associazioni e scuole, nel quale spicca l'azzurro di migliaia di scout dell'Agesci. La Giornata, che ieri era stata anticipata dall'incontro dei familiari e da una veglia di preghiera, continuerá nel pomeriggio con una serie di seminari sui diversi temi del contrasto alle mafie.

© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza