Passa a livello superiore
Accesso
Cronaca
ESAMI
Maturità: i giovani e la crisi
è stato il tema più gettonato
 
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print
 
2014focsivnew.gif

E' arrivato il giorno dell'esame di Stato per circa mezzo milione di studenti. Puntuale, il ministro dell'Istruzione Francesco Profumo ha comunicato - dalla Cina dove si trova in visita ufficiale - il codice per descriptare i plichi telematici che contengono i titoli della prima prova scritta. Quest'anno per la prima volta l'invio delle tracce delle prove scritte è avvenuto per via telematica e non attraverso i fascicoli cartacei.

In tanti hanno scelto il tema dei giovani e la crisi (oltre il 41%), seguiti da chi ha svolto le tracce dedicate ai "venti anni" di Nizan (quasi il 22%) e alla responsabilità della scienza e della tecnologia (14,5%): ma i giudizi dei maturandi sul loro esame di italiano oscillano tra la critica (prove "banali" o "troppo difficili") e la speranza di aver passato la prima prova. Ma non manca chi ammette: ""tutte le tracce erano fattibili e carine".

Nel giudizio dei docenti, "alcune tracce erano abbastanza generiche nelle consegne, lasciando molta libertà di spaziare e quindi di sbagliare al candidato". Secondo Donato Ciampa, dell'Università della Basilicata, i temi sono in linea con le previsioni della vigilia: la shoah e la crisi economica erano in cima sia alle previsioni dei siti di settore dei tweet degli utenti". E tra i ragazzi c'è chi, come Stefano, romano di 18 anni, ha consegnato il tema alle 12.15, pronto a scommettere sul fatto di essere stato il primo a Roma ad aver terminato la prova scritta di italiano: "Ho scelto il tema sulla crisi e i giovani perché è quello che riuscivo a fare con più partecipazione. In generale le tracce dei temi mi sono sembrate più difficili, quelle sugli articoli erano più fattibili". 

Per diversi studenti la traccia su Avevo vent'anni di Paul Nizan, "non era adatta come traccia all'esame di maturità: molti di noi non sono d'accordo con quella frase". Al liceo Tasso di Roma le tracce della prova sono state consegnate agli studenti alle 9, "quindi il nuovo sistema telematico di acquisizione delle prove da parte delle commissione - hanno commentato i ragazzi - ha funzionato".

LE TRACCE
Da Montale ai giovani e la crisi economica: sono le tracce della prima prova della maturità 2012 pubblicate quest'anno con largo anticipo "rispetto all'orario degli scorsi anni e proprio per garantire la massima trasparenza", dicono dal Miur. Il brano scelto per italiano è "Ammazzare il tempo" (tratto da Auto da fè. Cronache in due tempi, Il Saggiatore, Milano 1966) di Eugenio Montale  


SAGGIO BREVE - Per l'ambito artistico-letterario l'argomento è "Il labirinto". Allegate opere di Picasso, Pollock, Escher e brani di Ariosto (dall'Orlando Furioso), Borges (da L'immortale), Calvino (da Le città invisibili), Eco (da Il nome della Rosa). Per l'ambito socio-economico l'argomento è "I giovani e la crisi". Allegati un pezzo di Mario Sensini del Corriere della sera, un estratto dal 45° Rapporto Censis, un altro da un
Rapporto Istat su Università e lavoro, un articolo della Stampa su Steve Jobs. Per l'ambito storico politico la traccia riguardava "Bene individuale e bene comune", allegati brani di S. Tommaso D'Aquino (da La summa teologica), Rousseau (da Del contratto sociale o principi del diritto politico), Einaudi (da Lezioni di politica sociale), Giuseppe De Rita. Per l'ambito tecnico-scientifico c'è una traccia su 'Le responsabilità della scienza e della tecnologià. Allegati testi di Hans Jonas, Primo Levi (Covare il cobra), Leonardo Sciascia (La scomparsa di Majorana), Pietro Greco, e una intervista a Margherita Hack.
TEMA STORICO - Ai candidati è stato chiesto di soffermarsi "sullo sterminio degli ebrei pianificato e realizzato dai nazisti durante la seconda guerra mondiale" a partire da un brano di Hannah Arendt tratto da "La banalità del male".
TEMA DI ORDINE GENERALE - "Avevo vent'anni. Non permetterò a nessuno di dire che questa è la più bella età della vita", partiva da Paul Nizan il tema di ordine generale. Che chiedeva:  "Il candidato rifletta sulla dichiarazione di Nizan e discuta problemi, sfide e sogni delle nuove generazioni".
LE REAZIONI - È stata "una piacevole sorpresa" per il cardinale Georges Cottier, teologo della Prefettura
della Casa Pontificia dal 1989 al 2005, apprendere che nei temi dell'esame di maturità ha trovato spazio, nella traccia dedicata a "Bene individuale e bene comune", anche una citazione di san Tommaso d'Aquino. "È davvero interessante", ha sottolineato l'illustre teologo papale, che sia stata proposta questa citazione del grande filosofo della cristianità medioevale laddove parla delle leggi giuste. "Sono contento che san Tommaso d'Aquino sia proposto all'attenzione degli studenti", ha aggiunto il cardinale Cottier.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo