Passa a livello superiore
Accesso
Cronaca
Il terremoto in Centro Italia
Caritas: raccolti 5 milioni di aiuti
 
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

​A un mese dal sisma l'intera rete Caritas, accanto alla popolazione e alle Diocesi colpite, prosegue nella costante azione di accompagnamento. "Ci siamo messi subito al servizio delle diocesi colpite, per cogliere le esigenze immediate e quelle future della gente. Com'è nel nostro stile, stiamo dando la massima attenzione alle comunità affinché, in questa prova durissima, non si disgreghino", ha spiegato don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana, ribadendo l'impegno e il senso della presenza Caritas nelle diocesi segnate dal terremoto: Rieti, Ascoli Piceno, Spoleto-Norcia, Macerata, Fermo, Camerino, San Benedetto del Tronto, L'Aquila e Teramo.


Dopo il terremoto del 24 agosto la presenza e la prossimità della Chiesa è stata immediata attraverso i vescovi ed i parroci che stanno condividendo con le comunità l'evolversi della situazione. Caritas Italiana è stata da subito accanto alle Caritas locali in collegamento con le delegazioni regionali. La Conferenza Episcopale Italiana ha indetto una colletta nazionale che si è svolta nella giornata di domenica 18 settembre. "Su tutto il territorio coinvolto Caritas continua a dare risposte a bisogni immediati con attenzione specifica alle fasce più deboli, in particolare anziani e minori, e a verificare percorsi di collaborazione per venire incontro appena possibile alle necessità di strutture temporanee con finalità sociali, pastorali o per attività economico-produttive, tenendo in considerazione le esigenze degli sfollati, le indicazioni di gestione e sicurezza, le ricognizioni e le pianificazioni che i comuni e le regioni interessate stanno facendo.


L'obiettivo ultimo resta quello di accompagnare i tempi lunghi della ricostruzione materiale e spirituale, della ritessitura di relazioni e comunità, del riassorbimento dei traumi sociali e psicologici, del rilancio delle economie locali". In attesa degli esiti della colletta dello scorso 18 settembre, sono già pervenuti a Caritas Italiana da donazioni di singoli, comunità e diocesi 5 milioni di euro, incluso 1 milione di euro messo a disposizione dalla Conferenza Episcopale Italiana dai fondi 8xmille. E sabato messe, una ad Amatrice, l'altra ad Arquata del Tronto, saranno celebrate rispettivamente da monsignor Domenico Pompili, vescovo di Rieti, e da monsignor Giovanni D'Ercole, vescovo di Ascoli Piceno.
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza