Passa a livello superiore
Accesso
Chiesa
Dal 19 marzo sul social delle immagini
Perché Papa Francesco sbarca su Instagram
Gigio Rancilio
  • facebook
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print

Dal 19 marzo, dunque, Papa Francesco ha un profilo anche su Instagram, il social network dove si comunica con le immagini. l nome dell’account papale sarà “Franciscus”. Un nome che conviene segnarsi, visto che già oggi sono presenti su Instragram molti account “non ufficiali” dedicati al Papa che si rifanno spesso al suo nome.

In realtà, come ha ben spiegato Padre Antonio Spadaro sul suo blog “Papa Francesco è già su Instragram. Lo è da quando si è affacciato per la prima volta dalla loggia delle benedizioni, subito dopo la sua elezione. Dobbiamo infatti comprendere che non siamo sui social network solo quando apriamo un account personale (o istituzionale), ma da quando gli altri parlano di noi e condividono nostre parole o la nostra presenza nei loro network sociali”.
Non solo. Come sottolinea Spadaro c’è stato un momento speciale che ha sancito la presenza di papa Francesco su Instagram. “Quando Papa Francesco ha accolto un gruppo di scout, ragazze e ragazzi, arrivati a San Pietro dall’oratorio di S. Fiorenzo di Fiorenzuola d’Arda (Piacenza) il 28 agosto 2013. Uno di loro ha tirato fuori dalla tasca un telefonino e ha scattato un selfie, cioè un autoritratto con l’obiettivo frontale. Ha fotografato così se stesso, gli amici e il Papa in mezzo a loro, e lo ha caricato su Instagram, appunto”.

papa-autoscatto-2.jpg


Ad oggi sono migliaia e migliaia le foto postate dai fedeli su quel social dedicate al Papa. Viene quindi spontaneo chiedersi: perché Francesco vuole essere in prima persona su Instagram? Perché la foto parla” continua Spadaro . “Condividere una propria foto è un gesto che permette di condividere un pezzo di vita vissuta”. E ancora: “La fede oggi si esprime e si condivide grazie anche alle foto”.

In pratica, come sarà utilizzato l’account Instagram di Papa Francesco? A questa domanda ha risposto monsignor Dario Edoardo Viganò, prefetto della Segreteria per la Comunicazione, intervistato da Radio Vaticana: “Sceglieremo alcune foto fra quelle che il Servizio fotografico dell’Osservatore Romano fa al Papa, cercando di ritagliarne alcuni dettagli. E quindi ci aspetteremo che cosa? Di enfatizzare quegli aspetti di vicinanza, di prossimità e di inclusione che Papa Francesco vive quotidianamente. L’idea è proprio quella di condividere, con un aspetto anche emozionale, questo Pontificato”.

instavat.jpg

© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza