Passa a livello superiore
Accesso
Chiesa
Roma
Il Papa invita al circo profughi e senzatetto
 
  • twitter
  • google +
  • segnala ad un amico
    mail
  • font
  • stampa quest'articolo
    print
​Tutte le foto Agenzia Romano Siciliani/s

​​
2016-premio-candida-300x125.gif
Oggi pomeriggio a Roma è stata "offerta ai poveri, ai senzatetto, ai profughi, a un gruppo di carcerati, alle persone più bisognose, insieme ai loro volontari, la possibilità di partecipare a uno spettacolo circense". Lo ha annunciato l'Elemosineria apostolica del Vaticano, sottolineando che il Rony Roller Circus, in via di Torrevecchia, ha messo a disposizione tutti i duemila posti del grande tendone per questo "evento di carità".

Lo spettacolo è stato "aperto da una canzone dedicata a Papa Francesco e composta da un cantautore spagnolo, anche lui senzatetto": di fatto è diventata "una preghiera d'inizio e insieme un ringraziamento al Santo Padre per questo nuovo gesto di vicinanza a ciascuno di loro".

"Questo dono offerto dagli artisti del Circo, che con costanza, impegno e tanti sacrifici riescono a creare e a donare bellezza a se stessi e agli altri - afferma una nota vaticana - potrà diventare anche per i nostri fratelli più poveri un incoraggiamento a superare le asprezze e le difficoltà della vita che tante volte sembrano troppo grandi e insuperabili".
 

 Fotogallery

 
"I nostri fratelli bisognosi - conclude l'Elemosineria nella nota di annuncio dell'iniziativa - durante lo svolgimento di tutto questo evento di carità, avranno la possibilità di essere visitati e assistiti dai medici e infermieri mandati dai Servizi Sanitari Vaticani con il camper mobile e le ambulanze dell'Autoparco Vaticano. Alla fine dello spettacolo verrà offerto un piccolo spuntino".

Nell'udienza concessa lo scorso anno agli artisti dei circhi, il Papa aveva sottolineato che "la gente che fa spettacolo nel circo crea bellezza e questo fa bene all'anima: abbiamo tanto bisogno di bellezza!".
© riproduzione riservata
segnala ad un amico stampa quest'articolo
Articoli in evidenza